Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Leggo, “Cedere Zaniolo significa mortificare la passione dei tifosi romanisti”

“Nicolò non è romano e romanista, non c’è ragione perché dica no alle big d’Europa”

Nicolò Zaniolo, arrivato come “merce di scambio” dall’Inter insieme a Santon per Nainggolan, è un talento enorme. Appena un anno dopo aver dovuto dire addio a Totti,il tifoso giallorosso si trova davanti un prospetto di campione ma, contrariamente alla sua natura, non si lascia andare. Come riporta Leggo, non se ne vuole innamorare perdutamente, perché Nicolò non è romano e romanista e non c’è ragione perché dica «no» alle sirene dei top club europeiPer la Roma la parola “incedibile” non esiste. Cederlo significa rischiare di regalare un tesoro e di mortificare ancora di più la passione dei tifosi romanisti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa