Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, Di Francesco prepara tre gare importanti. Pallotta si muove per lo Stadio della Roma

Tre gare importanti in arrivo per la Roma e per conquistare il quarto posto. Ben avviata dal presidente giallorosso la trattativa per acquistare i terreni di Eurnova

A tre giorni dalla vittoria in Champions contro il Porto, che ha dato nuove conferme per i giallorossi, in particolare l’inserimento di Zaniolo e di Dzeko nella Top 11 della Uefa, Di Francesco inizia a preparare la gara contro il Bologna di lunedì sera. Prima del ritorno contro i portoghesi, il tecnico giallorosso vuole conquistare il quarto posto in campionato portandosi a casa almeno sette punti nelle gare contro Bologna, Lazio e Frosinone.
Le buone notizie in arrivo da Trigoria riguardano gli infortunati: infatti, il tecnico pescarese, ha recuperato Perotti, che si è allenato regolarmente con la squadra, e Olsen, che lunedì potrebbe ripartire titolare tra i pali. Si attende, entro marzo il recupero di Under.
Confermati ancora Zaniolo e Dzeko. Per quanto riguarda il giovane talento, il ds Monchi è a lavoro con la famiglia e con il procuratore Vigorelli per far sì che il numero 22 giallorosso possa restare nella capitale.

Sul fronte Stadio: ben avviata da parte del presidente Pallotta la trattativa per acquistare, su una base di 9 milioni di euro, i terreni di Eurnova. Il magnate americano nella giornata di ieri ha chiesto spiegazioni alla Uefa sul Fair Play Finanziario.

Dopo l’ottima prestazione della Roma contro il Porto, Hector Herrera ha affermato di voler abbassare il suo stipendio per poter approdare nella capitale durante il mercato estivo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola