Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Gazzetta dello Sport, “Conte e Raggi esprimono vicinanza al progetto della Roma”

“Il Progetto stadio è migliorato”

Ma con il Frosinone chi gioca?“. Il Premier Giuseppe Conte  ha voglia di parlare di Romae di calcio, e quale occasione migliore se non l’inaugurazione della nuova sede giallorossa, nel cuore dell’Eur. Come scrive La Gazzetta dello sport, l’ambiente è rilassato e informale, come chiesto dal management giallorosso, che ha organizzato la presentazione dei nuovi uffici marketing, amministrazione e biglietteria, moderni ma con un occhio alla tradizione. Presente all’evento anche la sindaca Virginia Raggi, che ribadisce la vicinanza tra città e squadra: “Sono qui per testimoniare la vicinanza a chi scommette in un progetto e ce la fa. E’ fondamentale per il rilancio della comunità romana e del nostro paese“. Anche il primo ministro si esprime in merito allo stadio, dando anche un parere calcistico: “Il progetto stadio mi sembra migliorato, va fatto un plauso all’amministrazione capitolina e alla sindaca Raggi in particolare. C’è una grande attenzione del Governo per il progetto dello stadio e per questa grande realtà imprenditoriale. Mi auguro che questo investimento venga presto “cantierizzato”, vogliamo che il 2019 sia l’anno degli investimenti. Sono fiducioso per la Champions“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa