Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Social Network, la Roma pubblica la Top10 delle partite vinte allo scadere (VIDEO)

Da Frosinone-Roma di sabato scorso a Roma-Brøndby del 1991

Dopo il gol di Edin Dzeko al 95′ che ha regalato tre punti preziosi alla Roma, il profilo ufficiale del club giallorosso ha pubblicato la Top10 della partite vinte dalla Roma nella cosiddetta “Zona Cesarini“:

10. Dzeko, Frosinone-Roma 2-3 (2018-19)

Con una rete al 95′, nell’ultima azione della partita, Edin Dzeko realizza la sua doppietta e regala la vittoria alla Roma che si era fatta raggiungere sul 2-2 dopo essere passata in svantaggio ad inizio gara.

9. Julio Baptista, Torino-Roma 0-1 (2008-09)

Con una splendida rovesciata al 92′ Julio Baptista decide il match dell’Olimpico di Torino e affonda i granata.

8. Totti, Roma-Torino 3-2 (2015-16)

Totti entra e ribalta una partita che la Roma stava perdendo 2-1 segnando due gol in quattro minuti: il primo all’86’ con una spaccata sul secondo palo, il secondo su rigore a pochi secondi dal novantesimo…

7. Totti, Roma-Cagliari 4-3 (2005-06)

Sul neutro di Rieti la Roma batte in rimonta il Cagliari per 4-3 con una rete dal dischetto allo scadere di capitan Totti, portando ad otto la striscia di successi di fila (che arriverà fino a 11, un record per la Serie A dell’epoca).

6. Giovannelli, Lazio-Roma 1-2 (1979-80)

A una manciata di minuti dal triplice fischio una spettacolare conclusione da fuori area di Paolo Giovannelli regala alla Roma di Liedholm il Derby della capitale, dopo che i giallorossi erano stati raggiunti da un gol di D’Amico che aveva pareggiato la rete inziale di Pruzzo.

5. Riise, Juventus-Roma 1-2 (2009-10)

Un colpo di testa di Riise su cross di Pizarro permette alla Roma di Ranieri di completare la rimonta sulla Juve, andata in vantaggio con Del Piero e raggiunta da Totti su rigore, ed espugnare la Torino bianconera.

4. Totti, Roma-Fiorentina 2-1 (1998-99)

Una delle rimonte più incredibili della storia giallorossa con due gol segnati nei minuti finali a ribaltare il vantaggio viola di Batistuta. Dopo il pari al minuto 89 di Alenitchev, è Totti al 94′ a decidere la partita mettendo in rete una corta respinta di Toldo su tiro di Bartelt.

3. Falcao, Roma-Colonia 2-0 (1982-83)

Siamo nella gara di ritorno degli ottavi di finale di Coppa UEFA con la Roma che compie l’impresa e ribalta la sconfitta per 1-0 dell’andata con un perentorio 2-0 in casa. Dopo il vantaggio di Iorio, il gol qualificazione arriva all’88’ grazie a un destro sotto la traversa di Falcao: memorabili il boato dell’Olimpico e la corsa del Divino sotto la Sud…

2. Perotti, Roma-Genoa 3-2 (2016-17)

Nel giorno dell’addio al calcio di Totti è il gol di Diego Perotti al 90′ a decidere la gara con il Genoa e a regalare alla Roma secondo posto e qualificazione diretta alla futura Champions League. Sponda di testa di Fazio e sinistro vincente ravvicinato dell’argentino e tutti sotto la curva… Poi spazio alla festa per Totti. E alle lacrime.

1. Voeller, Roma-Brøndby 2-1 (1990-91)

Dopo lo 0-0 dell’andata la Roma conquista la finale di Coppa UEFA battendo il Brøndby all’Olimpico con un gol all’87’ di Voeller, dopo che una autorete di Nela aveva permesso ai danesi di pareggiare il vantaggio iniziale di Rizzitelli. Sotto una pioggia di aprile è il tedesco volante a decidere con una zampata di sinistro la sfida e a regalare ai tifosi giallorossi la gioia della finale!

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News