Resta in contatto

News

Social Network, la Roma pubblica le 10 migliori partite del primo Ranieri (VIDEO)

La particolare top 10 apparsa sul sito del club

La Roma, sul proprio sito, ha pubblicato le 10 migliori partite giocate dai giallorossi durante la prima era di Claudio Ranieri, dal settembre 2009 al febbraio 2011.

10. Roma-Bari 3-1 (2009-10)

A 27 giorni dall’intervento al menisco, Totti è gia pronto per giocare e Ranieri lo schiera titolare. Il Capitano lo ripara con una tripletta, la seconda della sua carriera: una punizione, un rigore e un gran gol con il sinistro

9. Roma-Fiorentina 3-1 (2009-10)

Il primo successo allo Stadio Olimpico con Ranieri allenatore. La Roma torna a vincere davanti al proprio pubblico grazie a una doppietta di Totti e a una rete di Daniele De Rossi

8. Roma-Lazio 2-1, Coppa Italia (2010-11)

Il quarto Derby vinto da Ranieri sulla panchina giallorossa. Questa volta il successo arriva agli ottavi di Coppa Italia. Borriello apre le marcature su rigore, prima del pareggio di Hernanes, sempre dal dischetto. L’eroe di questa giornata è però Fabio Simplicio, che fissa il risultato sul 2-1.

7. Parma-Roma 1-2 (2009-10)

Mancano tre giornate alla fine del Campionato. La Roma ha perso in casa con la Sampdoria e non è più prima, ma i tifosi giallorossi ci credono ancora e invadono il Tardini. La squadra di Ranieri vince 2-1 con i gol di Totti e Taddei. Alla fine sarà l’Inter a vincere lo Scudetto, ma questa trasferta resterà tra i ricordi più belli di una grande stagione.

6. Roma-Bayern Monaco 3-2 (2010-11)

Nel girone di Champions League arriva il Bayern Monaco all’Olimpico, dopo la sconfitta per 2-0 nella partita giocata all’Allianz Arena. Il copione sembra lo stesso, con i tedeschi che vanno avanti di due gol nel primo tempo. Nella ripresa, però, la squadra di Ranieri ribalta tutto, con le reti di Borriello, De Rossi e Totti.

5. Roma-Lazio 1-0 (2009-10)

Prima vittoria da allenatore in un Derby per Ranieri. A regalare la gioia ai tifosi giallorossi è un insospettabile: Marco Cassetti.

4. Juventus-Roma 1-2 (2009-10)

La Roma non vince contro la Juventus a Torino da 8 anni e le cose nella ripresa si mettono male, con il gol di Del Piero. Poi il rigore di Totti a trovare un pareggio che già andrebbe bene ai giallorossi. Alla fine, però, il colpo di testa di Riise al novantesimo, per portare a casa tre punti storici.

3. Roma-Atalanta 2-1 (2009-10)

L’Inter ha pareggiato il giorno prima a Firenze e la Roma ha la sua grande occasione per il sorpasso. Vucinic e Cassetti portano i giallorossi avanti, poi arriva la rete di Tiribocchi che fa tremare nella ripresa. Al triplice fischio la gioia dell’Olimpico: gli uomini di Ranieri sono primi in classifica.

2. Roma-Inter 2-1 (2009-10)

La Roma sta vivendo una rincorsa incredibile e si trova a quattro punti dall’Inter capolista. De Rossi fa esplodere l’Olimpico con un gol al primo tempo, ma nella ripresa arriva la rete di Milito a gelare lo stadio. Poi il gol di Toni e la corsa della squadra sotto la Sud. Gli uomini di Ranieri vanno a meno uno dalla vetta e continuano a sognare.

1. Lazio-Roma 1-2 (2009-10)

La Roma è in testa alla classifica, ma le cose nel primo tempo si mettono male perché la Lazio passa in vantaggio con Rocchi. Si rientra in campo con una sorpresa: Ranieri sceglie di togliere De Rossi e Totti per Taddei e Menez. Julio Sergio evita il dramma parando un rigore a Floccari. Poi segna dal dischetto Vucinic, che si ripete su punizione. La Roma resta prima in classifica, grazie a un Derby che resterà impresso nella memoria dei tifosi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News