Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Messaggero, “Petrachi, percorso tutto in salita per piazzare i sopravvalutati”

La nuova Roma è pronta a cambiare completamente faccia e non solo. Con la nuova stagione inizia un nuovo modus operandi anche negli ingaggi

Il lavoro che attende Gianluca Petrachi come nuovo ds giallorosso non sarà facile. La Roma dovrà rivoluzionare completamente la squadra, dal tecnico, ai tanti giocatori che compongono la rosa. Dopo l’addio di De Rossi infatti, è probabile che lasceranno il club anche Dzeko e Manolas. Inoltre con il cambio in panchina, con Gasperini che resta in pole position, bisognerà iniziare a lavorare sul mercato per trovare uomini adatti agli schemi del nuovo tecnico.

Il rischio, però, rispetto al passato – quando la Roma poteva mettere in vetrina i propri prezzi pregiati, raccogliere plusvalenze e poi investire nuovamente anche grazie ai soldi della Champions – è che stavolta il modus operandi possa rivelarsi più difficile. Perché il problema non è trovare un acquirente per Dzeko. Il bosniaco, anche se 33enne e con uno stipendio importante (4,5 milioni, 8,3 al lordo), ha ormai ammortizzato (4,2) il suo costo originario più i bonus maturati (21,053). E non lo sarà nemmeno per Manolas che ha una clausola rescissoria di 36 milioni. Ci saranno poi da fare valutazioni su altri giocatori: Pastore, Perotti, Nzonzi, Schick, tra tutti.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa