Resta in contatto

Rassegna Stampa

GaSport, “Fonseca riflette: «Roma, nel calcio succede di tutto»”

Paulo Fonseca o De Zerbi per la panchina giallorossa

I candidati più forti per la panchina al momento sono due: Paulo Fonseca e Roberto De Zerbi, che piacciono entrambi per motivi diversi e, nello stesso tempo, non convincono entrambi per ragioni differenti. Non è un mistero che a James Pallotta, dal punto di vista strettamente tecnico, arrivano due input diversi, peraltro su un tappeto di stima condivisa per il gioco propositivo di tutti e due.

Al consigliere Baldini probabilmente piace di più la «novità» (stile Garcia) e l’appeal internazionale del portoghese, mentre il d.s. «in pectore» Petrachi punta sulla maggiore conoscenza della Serie A dell’italiano. Così la riflessione è aperta. D’altronde, dopo le suggestioni rappresentate da Conte e Gasperini, a Trigoria piaceva il profilo di Mihajlovic, ma il timore di sfidare la piazza giallorossa ha fatto tergiversare troppo a lungo la dirigenza e così il tecnico serbo si è sfilato. «Nel calcio possono succedere tante cose – ha infatti detto il portoghese alla tv ucraina –, l’unica certezza è che non andrò alla Dinamo, altrimenti mia moglie si arrabbia». La Roma nei diversi contatti avuti con intermediari – uno ci sarà anche oggi – ha parlato anche di mercato.

Non a caso sono usciti fuori anche i nomi di del terzino sinistro Ismaily, del baby centrocampista Marcos Antonio e si dice anche di André Silva, che potrebbe andare al Milan in uno scambio di prestiti con Schick. In una situazione così fluida, vale la pena di segnalare come, forte della stima di Totti, anche Gattusoriflette sugli abboccamenti avvenuti nei giorni scorsi, anche se al momento l’ex allenatore del Milan sembra più interessato ad altre squadre. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa