Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Tempo, “El Shaarawy trova iI tesoro e va in Cina”

Il Faraone guadagnerà circa 40 milioni in tre anni. Ora Petrachi punta Pau Lopez, Alderweireld e Nkoulou

Dopo un intenso tiro e molla El Shaarawy è pronto ad imbarcarsi per Shanghai. Una decina di giorni fa il romanista aveva detto no ai cinesi, che sono tornati alla carica con la proposta di un triennale da 40 milioni di euro. Alla Roma 18 milioni per il cartellino. Gli ultimi dettagli sono stati sistemati e, salvo clamorosi imprevisti dell’ultim’ora, già oggi il Faraone saluterà Trigoria e si imbarcherà alla volta della Cina. L’operazione frutterà alla Roma la prima plusvalenza del nuovo bilancio ed eviterà una difficile trattativa per il rinnovo di un contratto giunto a un anno dalla scadenza.

Il primo obiettivo per il reparto è Alderweireld, ma l’alto ingaggio e la clausola da 30 milioni rendono per ora improbabile un trasferimento, con il Tottenham che ha inoltre mollato la presa su Zaniolo. Va segnalato un crescente pressing per Nkoulou del Torino, a cui sono stati proposti 10 milioni più il cartellino di Perotti, e un leggero rallentamento su Mancini, la cui possibile cessione sarebbe bloccata dal passaggio di Castagne al Crystal Palace: l’Atalanta è intenzionata a vendere soltanto un big. Ceduto intanto Soleri al Padova: alla Roma una percentuale sulla futura rivendita.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa