Resta in contatto

Rassegna Stampa

Lovren non parte con il Liverpool. La Roma si avvicina e tratta con i Reds

Il difensore croato del Liverpool resta un obiettivo per la retroguardia

Si dice che tre indizi facciano una prova. Ed allora, giocandoci su, Dejan Lovren sembra essere davvero un po’ più vicino di prima alla Roma. Perché il primo indizio è arrivato ieri verso l’ora di pranzo, quando il difensore centrale del Liverpool è rimasto a casa, in Inghilterra, senza prendere parte alla trasferta turca, con i Reds che stasera giocheranno a Istanbul la Supercoppa europea contro il Chelsea. Il secondo inizio è invece arrivato proprio dalla Capitale turca ed a fornirlo è stato direttamente Jurgen Klopp, parlando del croato. Ed allora manca solo il terzo di indizio, anche se in verità qualcosa di simile era già arrivato 48 ore fa, quando il Liverpool aveva fatto scendere la sua richiesta da 25 a 20 milioni di euro.

La Roma vuole prendere il giocatore con un prestito oneroso di 3 milioni di euro e un diritto di riscatto nel 2020 fissato a 12 milioni, non di più. Per cercare di andare a dama, bisognerebbe eventualmente trovarsi a metà strada, magari a 17. Il giocatore alla Roma guadagnerebbe circa 3 milioni più bonus. Sullo sfondo, poi, c’è sempre l’ipotesi che porta a Daniele Rugani. Ieri Paratici era a Roma ed in molti hanno pensato che fosse in agenda un incontro con la Roma. Incontro in realtà smentito da entrambi le società. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa