Resta in contatto

Amarcord

AmarcorDerby, Lazio-Roma 1-4: ai giallorossi il primo derby della seconda “era” Spalletti (VIDEO)

Il 3 aprile 2016 la Roma batte 4 a 1 la Lazio e vince il derby della 31^ giornata di Serie A

Si gioca in un clima surreale il derby del 3 aprile 2016. Poco meno di 25mila spettatori all’Olimpico con le curve deserte. La Sud, con fumogeni e bandiere, ha invaso Testaccio. La Nord, invece, si è ritrovata al PalaGems di Tor di Quinto per seguire il derby.

Si inizia a ritmi bassi con i giallorossi a fare la partita. La squadra di Pioli, dal canto suo, si copre e riparte. Al 16′, però, El Shaarawy alza la cresta. Cross perfetto di Digne, dormita della difese laziale, e il Piccolo Faraone solo in area, di testa, batte Marchetti: è 1 a 0.

Ad inizio ripresa Spalletti mette Dzeko per El Shaarawy. Ed è proprio il bosniaco a mettere la Lazio ko. Fallaccio di Hoedt su Nainggolan, l’arbitro lascia proseguire e Perotti colpisce il palo. La sfera, poi, arriva sui piedi di Dzeko che, a porta vuota, non sbaglia. 0-2 all’Olimpico e biancocelesti frastornati.

Al 77′ riapre il derby la Lazio. Cross di Keita dalla sinistra, torre di Klose e tap-in vincente di Parolo a porta vuota. Ma quante responsabilità per Szczesny, uscito a vuoto dai pali. E’ 2 a 1.

Nel momento migliore della Lazio, arriva però il gol della Roma. Gioiello incredibile di Florenzi, che incrocia e al volo batte Marchetti sul secondo palo. 1-3. Al minuto 88 arriva anche il poker. Il quarto gol dei giallorossi porta la firma di Diego Perotti, il cui potente tiro dal limite dell’area s’infila nell’angolino basso alla destra di Marchetti. E’ il gol che decide il derby. Lazio ko: Roma è giallorossa.

TABELLINO
Lazio (4-3-3): Marchetti 5,5; Patric 4, Bisevac 4, Hoedt 4, Braafheid 4,5; Cataldi 4,5 (85′ Djordjevic sv), Biglia 4,5, Parolo 6,5; Candreva 6 (57′ Keita 6,5), Matri 5 (57′ Klose 6,5), Felipe Anderson 5,5. A disp.: Guerrieri, Matosevic, Mauricio, Gentiletti, Onazi, Mauri. All.: Pioli
Roma (4-3-3): Szczesny 6; Florenzi 6,5, Rudiger 6, Manolas 6, Digne 6,5; Pjanic 6,5, Keita 5,5, Nainggolan 7 (62′ Iago Falque 6); Salah 6 (81′ Zukanovic sv), Perotti 6,5, El Shaarawy 7 (61′ Dzeko 7). A disp.: De Sanctis, Castan, Emerson, Torosidis, Maicon, De Rossi, Strootman, Totti. All.: Spalletti
Marcatori: El Shaarawy (R), Dzeko (R), Parolo (L), Florenzi (R), Perotti (R)
Espulso: Hoedt (L)
Ammoniti: Patric (L), Candreva (L), Biglia (L), Rudiger (R ), Cataldi (L)


Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord