Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Roma tra i 20 club che hanno investito più sul mercato dal 2010

Lo rivela uno studio del Cies: incassati 726 milioni dalla vendita dei calciatori

Il Cies (l’osservatorio sul calcio), terminato il calciomercato, ha pubblicato il 47esimo rapporto finanziario sui trasferimenti delle cinque maggiori leghe europee (Inghilterra, Spagna, Italia, Germania e Francia). L’ammontare complessivo degli investimenti nel 2019 è stato di 6,6 miliardi di euro: un record, che supera il precedente datato 2017. Nella cifra finale sono conteggiati tutti i costi dei trasferimenti, compresi i bonus e gli oneri per i prestiti.

Nel periodo 2010-2019 è il Manchester City il club ad aver investito di più sul mercato: i Citizens si piazzano davanti a Barcellona, Chelsea, Psg e Juventus, quinta con 1,272 miliardi di euro. In questa particolare classifica, la Roma si colloca in undicesima posizione, con 895 milioni di euro investiti nel calciomercato, dietro all’Inter, decima, con 968 milioni. Tra le italiane c’è spazio anche per il Napoli, che con i suoi 693 milioni si posiziona 19°.

Nel 2019, invece, è l’Atletico Madrid la squadra che ha speso di più, ben 329 milioni di euro. A seguire Real Madrid, Barcellona, Inter (212 milioni), Juventus (186 milioni) e Milan (183 milioni). In questa classifica la Roma, invece, non figura. C’è invece il Napoli, al 20° posto, con 115 milioni spesi.

Nella finestra compresa tra il 2010 e il 2019, il Monaco è il club ad aver incassato di più dalla vendita dei calciatori (1,029 miliardi di euro), davanti a Chelsea (868 milioni) e Juve (787). La Roma è invece settima con 726 milioni. Presente anche il Genoa che, con 472 milioni incassati, si posiziona alla diciannovesima piazza.

25 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

25 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News