Resta in contatto

Rassegna Stampa

Serturini: “Nessun passo indietro. Adesso dateci il professionismo”

L’attaccante giallorossa: “C’è ancora qualcuno che mi viene a chiedere perché gioco a calcio, come se fosse una cosa strana”

Annamaria Serturini, attaccante della Roma Femminile, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera. Queste le sue parole:

Dopo il Mondiale, rischiate di tornare figlie di un dio minore?
Non possiamo permetterci passi indietro. La prossima tappa è il professionismo.

Siete pronte?
Prontissime. È quello che manca per fare il salto di qualità definitivo e competere con le big europee.

Quale luogo comune maschile le dà più fastidio?
C’è ancora qualcuno che mi viene a chiedere perché gioco a calcio, come se fosse una cosa strana.

Campo e porte sono troppo grandi per le donne?
La finale del Mondiale ha mostrato squadre atleticamente e tatticamente al top, compresi i portieri. Se tutte le squadre avessero staff preparati e ambienti di allenamento confortevoli, la qualità salirebbe di molto e non ci ritroveremmo a farci domande sulle dimensioni delle porte o del campo.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Giusto e le donne

Advertisement

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Bravo, il più bel commento sul grandissimo e inarrivabile Ago!"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Pure io diventai giallorosso per il Barone e per Falcao e dato che abito a Torino pure per il gusto di contrastare la odiata juventus e tutti gli..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Capitano mio capitano quanto ne sarei felice se allenassi un giorno la nostra amata Roma. Grazie Peppe"

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Rassegna Stampa