Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Florenzi: “Onoreremo l’Europa League già da domani”

Le parole del capitano giallorosso dopo la conferenza in vista della partita contro l’Istanbul Basaksehir

Alessandro Florenzi, terzino e capitano della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la conferenza stampa tenutasi oggi a Trigoria in vista della partita di domani sera contro l’Istanbul Basaksehir. Queste le sue parole:

L’Europa League rappresenta una competizione importante, non come la Champions League, ma la onoreremo già da domani. Nella Roma mi convince l’unione di intenti che stiamo mettendo in campo, senza pensare a chi fa gol o assist. Il bene della Roma è al centro di tutto il nostro lavoro. Stiamo cercando di migliorare la fase difensiva, che non vuol dire solo subire meno gol, ma anche fare meglio il pressing che ci chiede il mister. Sappiamo fare una buona fase offensiva, ma senza una buona difesa non serve a nulla. Dobbiamo prendere degli accorgimenti, c’è tanto lavoro da fare in settimana e il mister sta lavorando su questo”.

Il capitano giallorosso ha parlato anche ai microfoni di Roma Tv. Queste le sue parole:

Sarà una serata speciale. È comunque una partita europea e speriamo di portare a casa i tre punti. È il nostro obiettivo domani. Sappiamo che non sarà facile perché loro hanno molti giocatori bravi e di esperienza che hanno già giocato Champions League e Europa League quindi dovremmo stare molto attenti e approcciare come abbiamo fatto nell’ultima gara di campionato e dare tutto come sempre. Avvertiamo questo senso di ambizione da parte di tutti e è una cosa che dovremmo portarci dietro ma non solo in Europa, anche in campionato. Il gruppo è sicuramente molto amalgamato e bello. Ci divertiamo molto e siamo molto uniti e tutti siamo in direzione per una causa importante che è quella della Roma. Il bene della Roma deve venire prima di tutto e questo è quello che stiamo pensando e provando a fare anche in campo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra