Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

I precedenti tra la Roma e le squadre turche in Europa (FOTO/VIDEO)

Roma-Basaksehir sarà il nono confronto tra i giallorossi e una squadra turca

Giovedì 19 settembre, per la prima gara del Girone J di Europa League, la Roma ospiterà all’Olimpico l’Istanbul Basaksehir. Se tra le due compagini è il primo confronto in assoluto, per i giallorossi sarà invece la nona gara contro squadre turche in competizioni europee. Il bilancio è positivo: 3 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. C’è inoltre un altro precedente che riguarda la Coppa della Fiere (non riconosciuta dalla Uefa, ma dalla Fifa): nel 1962-63 la Roma affrontò l’Altay Izmir. Dopo la vittoria per 2-3 ottenuta in Turchia, i giallorossi vinsero 10-1 il ritorno in casa in quella che ancora oggi è la vittoria più larga della compagine capitolina (insieme al 9-0 alla Cremonese nel campionato 1929-30).

Quarti di finale Coppa delle Coppe 1969-70: la doppia sfida con il Goztepe

Il primo precedente in campo europeo risale alla stagione 1969-70. La Roma di Helenio Herrera è contrapposta al Goztepe nei quarti di finale della Coppa della Coppe. All’andata, giocata il 4 marzo 1970, la Roma vince 2-0 grazie alle reti di Landini e Cappelli. Il 18 marzo, nella gara di ritorno, ai giallorossi basta il pareggio per 0-0 per accedere alla semifinale (nella quale saranno eliminati dal Gornik Zabrze solamente al sorteggio effettuato con il lancio della monetina).

Ottavi di finale Coppa Uefa 1992-93: il primo incrocio con il Galatasaray

A 23 anni di distanza dalla doppia gara con il Goztepe, negli ottavi di finale di Coppa Uefa 1992-93 la Roma è chiamata a confrontarsi di nuovo con una squadra turca. Stavolta si tratta del blasonato Galatasaray. I giallorossi, guidati da Vujadin Boskov, vincono l’andata all’Olimpico per 3-1: una partita spigolosa (due espulsi, uno per parte, Ugur per il Galatasaray al 39′ e Carboni per la Roma al 76′), decisa dalla doppietta di Aldair (59′ e 90′) e dalla rete di Roberto Muzzi all’80’. Per gli ospiti gol realizzato all’85’ da Hakan.

Nel ritorno in terra turca, la Roma passa subito in vantaggio con Caniggia. Al 27′ Mustafa pareggia, ma al 47′ Haessler porta nuovamente i giallorossi in vantaggio. Inutili la doppietta di Mustafa e il sigillo di Arif: la Roma perde 3-2, ma la sconfitta è indolore e le consente di avanzare ai quarti di finale.

Secondo Girone Champions League 2001-02: ancora Galatasaray. Due pareggi e la rissa dell’Olimpico

La Roma campione d’Italia trova nel Secondo Girone di Uefa Champions League di nuovo il Galatasaray. La partita di andata si gioca in Turchia il 20 novembre 2001 e termina con il risultato di 1-1: padroni di casa in vantaggio al 22′ con Perez, pareggio all’ultimo respiro di Emerson in rovesciata.
Nel ritorno, il 13 marzo 2002, succede il finimondo: anche in questo caso la partita termina 1-1 (vantaggio turco con Karan al 45′, pari di Cafu al 52′), ma dopo il triplice fischio, all’imbocco degli spogliatoi, si scatena una rissa senza precedenti con schiaffi e spintoni. Intervengono subito le forze dell’ordine e l’incidente si trasforma quasi in un caso diplomatico con l’intervento del Ministro degli Esteri di Ankara. Alla fine a pagare pegno per la rissa è solo la Roma: tre turni di squalifica a Totti e Lima, un turno a Batistuta e Capello, mentre i turchi se la cavano senza sanzioni.

Sedicesimi di finale Coppa Uefa 2003-04: eliminato il Gaziantepspor

L’ultimo precedente è quello che ha visto affrontarsi Roma e Gaziantepspor nei sedicesimi di finale di Coppa Uefa nella stagione 2003-04. Anche in questa occasione i giallorossi hanno avuto la meglio, nonostante la sconfitta per 1-0 subita all’andata, in terra turca, il 26 febbraio 2004 a causa della rete segnata da Yusuf. Nel ritorno dell’Olimpico, giocato una settimana più tardi, la squadra di Capello ribalta il risultato vincendo 2-0: decidono Emerson e Cassano.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti