Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Nainggolan: “Avrei voluto chiudere la carriera alla Roma. I giallorossi hanno pochi giocatori di personalità”

L’ex centrocampista giallorosso: “Ci vogliono le “palle” per giocare a Roma”

Radja Nainggolan, centrocampista del Cagliari, è stato intervistato da La Repubblica ed ha parlato anche del suo passato alla Roma. Questo uno stralcio delle sue parole:

Ci aveva pensato di poter diventare una bandiera a Roma?
Difficile dopo Totti e De Rossi. Ma se michiedete se avevo pensato di chiudere la carriera a Roma dico tranquillamente di si. Lì ero felice, davo l’anima, avevo tutto quello che volevo. E’ stata una grande delusione andar via. Ma nella vita a volte le strade si riuniscono.

La squadra di oggi le piace?
Secondo me fa un po’ più fatica oggi perché ha pochi giocatori di personalità. Ci vogliono le “palle” per giocare a Roma: lì è tutto bello, ma quando le cose vanno male e ti fischiano devi avere caratteere. Tanto giocatori forti lì hanno steccato.

Il famoso ambiente…
Si, le radio, i giornali… ma dai, sono cavolate, questa cose ci sono ovunque.

22 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News