Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Roma in 10 sbrana l’Udinese

La Roma è più forte delle difficoltà, degli infortuni e degli errori arbitrali

Ad Udine è andata in scena una lezione di calcio e la squadra di Fonseca, con la seconda vittoria consecutiva, scavalca il Napoli. Una dimostrazione di qualità tecnica, di carattere, perché senza quello la partita avrebbe potuto prendere un’altra piega.

Dopo la mezz’ora Irrati ha espulso Fazio ma quell’intervento non è stato viziato da un fallo. La Roma era già passata in vantaggio con Zaniolo, ancora una volta decisivo e a tratti imprendibile per gli avversari.

Quando è rimasta in 10 la squadra giallorossa ha cominciato a macinare gioco. Nel giro di tre minuti sono arrivati altri due gol, prima con Smalling e poi con Kluivert. Il risultato è stato fissato sul 4-0 a metà ripresa.

Continua poi la crescita di Pastore che è sempre più nel vivo del gioco della squadra, protagonista di colpi illuminanti come quello che ha mandato in porta Kluivert. L’argentino, quando è stato sostituito, ha ricevuto gli applausi da tutto il pubblico. Lo riporta il Corriere dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa