Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Roma scende dal podio

Una Roma stanca esce sconfitta a Parma

Senza benzina viaggiare è impossibile e la Roma si ferma in Emilia. I giocatori di Fonseca entrano in campo con la lingua di fuori e il Parma ne approfitta. I giallorossi così scivolano fuori dalla zona Champions retrocedendo al sesto posto. Esausti tre big: Kolarov, Pastore e Dzeko.

Appena 15 giocatori in questa full-immersion di 20 giorni contando anche Cetin, Perotti, Santon, Spinazzola e Under. Florenzi, invece, è ormai un panchinaro. Gli 11 di Parma sono i migliori al momento che però non ce la fanno più. Turnover azzerato e solo un cambio come contro il Milan: Spinazzola per Santon. Durante la partita staffetta tra i due per lo stop del primo.

Inizialmente Pau Lopez rischia poco chiamato a deviare un tiro di Cornelius con doppia deviazione. La Roma accelera nella ripresa e schiaccia il Parma con Kluivert capace di sacrificarsi nei rientri ma anche di ribaltare l’azione insieme a Zaniolo e Pastore. Veretout spinge forte, Kolarov colpisce un palo e Sepe vola sul sul tiro di Pastore. Con Under in campo la Roma passa al 4-2-4 e una nuova distrazione di Fazio regala il vantaggio ai padroni di casa proprio quando i capitolini erano in controllo. Sprocati è libero e gira sul palo scoperto. Entra Diawara per Fazio ma i cambi di D’Aversa sono più efficaci. A fine recupero il raddoppio di Cornelius. Lo scrive Il Messaggero.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa