Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Roma e il problema Dzeko. Mamma, ho perso il tiro in porta

Dzeko, come capita con i centravanti, è la cartina di tornasole delle difficoltà comuni

In più si deve tenere conto che il 6 ottobre scorso ha riportato una doppia frattura allo zigomo ed ha saltato soltanto una partita, quella contro il Wolfsberger in Europa League. Poi è stato costretto a tornare in campo contro la Samp il 20 ottobre per l’infortunio di KalinicNelle seguenti 6 partite ha tirato nello specchio della porta soltanto per 3 volte, 2 fuori e 5 il suo tiro è stato ribattuto. Per fare un esempio in queste giornate Immobile ha segnato 7 gol e tirato nello specchio per 10 volte, mentre Lukaku ha esultato in 6 occasioni tiranto per 13 volte.

Dzeko ha sempre saputo superare i momenti di crisi e portare la Roma a grandi risultati, per questo Fonseca continua a fidarsi di lui. Contro il Parma, però, anche per la stanchezza accumulato Dzeko ha giocato una delle sue peggiori partite. Impietoso il confronto con Cornelius che ha segnato un gol, ha tirato 3 volte nello specchio, 8 duelli aerei vinti su 10, 4 falli commessi e uno subito. Edin, invece, nessun gol, nessun tiro nello specchio e nessuno da fuori, nessun duello aereo vinto in attacco su 2, un fallo commesso e uno subito. Lo scrive il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa