Resta in contatto

Rassegna Stampa

Montella e Dzeko, stessa strada e ora un incrocio verità

Che incastri di vita e di sport tra Montella e Dzeko

“La Roma è la mia debolezza“. Vincenzo Montella ha pronunciato questa frase, scoprendo le sue carte emotive, proprio quando era convinto di poter chiudere il cerchio, quando il 13 maggio 2012, al termine di un bel campionato con il Catania, tutto lasciava credere in un suo approdo sulla panchina giallorossa. Alla fine a casa non ci è mai tornato e domani sfiderà la Roma dalla panchina della Fiorentina, da dove è ripartito, per prendersi i punti che gli servono. Sarebbe beffardo se proprio la partita di domani gli costasse l’esonero.

Sulla stessa strada dove abitava l’allenatore viola nei suoi anni romani ci abita oggi Edin Dzeko, il centravanti del presente della Roma. Il bosniaco ha nel mirino proprio Montella nella classifica dei bomber romanisti di sempre: è a 96, contro 101.
Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa