Resta in contatto

Rassegna Stampa

Rocca tornerà in Federcalcio

Sarà un modo per rientrare nel suo mondo

È innamorato del calcio, Francesco Rocca. E in Federcalcio ha lavorato per 32 anni. Così ieri, quando gli è stato proposto un ruolo come capodelegazione di una Nazionale giovanile (Under 16, 18, o 20), era felice. Sarà un modo per rientrare nel suo mondo, il mondo a cui ha dato tutto se stesso e ricevuto molto meno, non soltanto per il grave infortunio che lo condiziona anche oggi, ma anche perché essere coerenti e perbene, nel pallone non sempre paga.

Questo evidenziano gli striscioni contro di lui e Zaniolo, contro i quali si è schierato il presidente della Figc: “I nostri ragazzi e i nostri valori non si toccano“. Per chiarire ogni equivoco: Gravina aveva già telefonato all’ex Roma prima delle scritte di Trigoria.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa