Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Belgio, no allarme: “Qui i romanisti sono i benvenuti”

Il club belga non si preoccupa del virus, arrivato anche in Italia

Decisamente misconosciuto fino a qualche giorno fa, il Coronavirus ieri ha guadagnato l’attenzione dei media anche in Belgio, dove i portali di informazione hanno preso a seguire ora per ora gli sviluppi della situazione italiana.

Nessun allarme però, a meno di decisioni in extremis, ha provocato però nelle autorità il previsto arrivo di 1.300 tifosi romanisti a Gent per la partita di domani: “Oggi ci siamo messi in contatto con il club italiano – ha detto Dirk Piens, responsabile della sicurezza del club belga – e la parola Corona non è stata nemmeno nominata. La stragrande maggioranza dei casi di contagio si trova nel nord del paese, non nell’area di Roma. A meno che il governo italiano non decida all’improvviso in modo diverso, la partita si giocherà regolarmente“. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa