Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Calabresi: “Sarebbe stato un grave errore tornare in Italia. Scioccato dall’assalto ai treni”

L’ex Roma e Bologna ha parlato dell’emergenza Coronavirus

Arturo Calabresi, difensore dell’Amiens ed ex calciatore di Roma e Bologna, ha parlato a France Football dell’emergenza Coronavirus e della sua scelta di rimanere in Francia anziché tornare in Italia:

Sarebbe stato un grave errore. Immaginate quali rischi avrei potuto creare ai miei cari se fossi partito dalla Francia con i mezzi di trasporto per tornare in Italia? Noi calciatori abbiamo un ottimo fisico, ma non siamo immuni ai virus. Tornando a Roma avrei potuto prendere il Coronavirus e poi infettare la mia famiglia, i miei amici e chiunque fossi entrato a contatto. Non è mai stata un’ipotesi, era fuori discussione. Sono rimasto scioccato quando ho sentito di tutte quelle persone che si spostavano, sia in Francia sia in Italia, prendendo d’assalto i treni nonostante il divieto dei Governi.

Il 17 marzo ho festeggiato con alcune videochiamate con gli amici e parenti, per il resto non mi muovo da casa. Le gite? Avrò una vita per farle, adesso dobbiamo rispettare le indicazioni. Alcune volte penso ai nostri bisnonni che hanno combattuto la guerra: ecco, il nostro sacrificio è solamente rimanere sul divano! Ed è tutto quello che serve per fermare la pandemia…“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News