Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Edicola

L’Edicola, il club giallorosso in aiuto degli abbonati. La squadra si allena in videochiamata

Tutta la rassegna stampa in un click

IL CORRIERE DELLO SPORTSia Friedkin che Pallotta osservano le strategie di Trump che esclude un lockdown. Il Presidente americano ha messo in campo 2.000 miliardi a sostegno dell’economia trovando concordi repubblicani e democratici.

LA GAZZETTA DELLO SPORTMa gli stipendi schizzati alle stelle (da 158,8 a 184,4 milioni), così come gli ammortamenti (da 56,3 a 83,1) hanno reso la gestione insostenibile. In sei mesi infatti si sono persi 87 milioni e la proiezione a fine stagione è di -110, nonostante una riduzione del costo del lavoro. In soccorso arriva l’aumento di capitale da 150 milioni, già coperto per 89 milioni dai versamenti di Pallotta. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Parla Gianluca Mancini. In tempi di Coronavirus, anche la routine dei calciatori è ovviamente drasticamente cambiata: “La mia routine di giornata è svegliarmi, fare colazione, aiutare un po’ mia moglie nelle cose di casa. Visto che prima non c’ero mai, pranzare e iniziare il programma di lavoro che la Roma ci ha mandato – spiega a Sky –Mi alleno perché è importante mantenere la condizione fisica al meglio, visto che il campo ci manca“.

L’ucraino ha giocato in questa stagione 21 partite, mettendo a segno due reti, mentre in carriera ha collezionato un totale di 26 presenze. Da capire se il suo arrivo possa essere collegato alla permanenza o al rientro all’Arsenal di Mkhitaryan, che ieri ha parlato al Times: “Con Fonseca mi trovo meglio perché ha un calcio più propositivo, ma sul futuro non so nulla. Nel calcio tutto cambia in fretta“. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

IL CORRIERE DELLA SERA – Piacevano poco anche ai tifosi, almeno a quelli della vecchia guardia, che li vedevano come inutile fonte di continue distrazioni. Gli ex calciatori si tappavano il naso e li consideravano una delle ragioni per cui “non si fa più gruppo”. C’è voluta l’emergenza Coronavirus perché il calcio trovasse valenza positiva in social, smartphone e tablet utilizzati h24.

IL MESSAGGERONuovo soprattutto nelle valutazioni. Il Covid-19 si prepara a rivoluzionare anche il calcio. Il caso della Roma è emblematico. Nel “mercato furbo” di Petrachi, oltre ai due prestiti secchi di Smalling e Mkhitaryan, il ds si è mosso principalmente acquistando nell’immediato per pagare nel futuro.

Il Presidente del Coni Giovanni Malagò ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera in cui parla delle prospettive dello Sport a fronte dell’emergenza Coronavirus. Questo uno stralcio delle sue dichiarazioni.

IL TEMPO Ad inizio settimana il Ceo Fienga, il Coo Calvo e Brambilla, tornato ufficialmente in carica alla Roma dal 27 gennaio con il ruolo di direttore commerciale, hanno tenuto una video-conferenza con i rappresentanti di tutti gli sponsor del club per analizzare il momento del calcio e della società di Trigoria dopo lo stop dovuto al coronavirus.

Il Club ha infatti contattato i proprio abbonati più avanti negli anni per iniziare la consegna venerdì. A ciascuna delle persone interessate infatti verrà recapitato un pacco di Roma Cares contenente: pasta, passata di pomodoro, zucchero, farina, sale, olio extravergine di oliva, tonno in scatola, marmellata, riso e acqua minerale e una colomba pasquale.

LA REPUBBLICAGianluca Mancini ha rivelato infatti come la squadra sia seguita in questi giorni: “Facciamo videochiamate di 30 persone in cui ci aggiornano con schede nuove per svolgere il lavoro a casa e un programma alimentare. Proprio per questo gli allenamenti a distanza risultano sempre più intensi: è importante che i giocatori non perdano il tono muscolare. La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola