Resta in contatto

Rassegna Stampa

La Roma e il caso dell’allenamento all’aria aperta: “Filmato vecchio”

Fonseca non ha chiesto attività “esterne”, la società smentisce ma può essere un’idea dei singoli

Scriveva il grande Pablo Neruda: “Potranno tagliare tutti i fiori ma non fermeranno mai la primavera”. E così, nonostante il deprimente lockdown,nonostante le paure e le prospettive, il calcio è pronto a ripartire proprio nella stagione del risveglio della natura, della vita all’aria aperta. Non deve stupire dunque che anche i calciatori, con i rispettivi personal trainer, stiano provando a integrare il lavoro raccomandato dalle società per essere più performanti tra un mese, quando si spera che il mondo possa tornare a qualcosa di primo alla normalità.

E’ di ieri il piccolo giallo social che ha riguardato alcuni tesserati della Roma, filmati da un furgoncino guidato da un tifoso laziale che si allenano a Casalpalocco, a distanza di pochi metri dalle rispettive ville e quindi in perfetto ossequio a decreti e ordinanze. Nel video si vedono tre sagome: una è Perotti, che indossa materiali un po’ datati della squadra, un’altra in tenuta grigia potrebbe essere Dzeko. La terza invece non è riconoscibile. La Roma ha smentito l’attendibilità del video, il calciatore in questione sarebbe Karsdorp, ora in Olanda, a testimonianza di un reportage assolutamente falsato in senso cronologico. Scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa