Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Antonucci: “Tornerò alla Roma”

“Ho giocato in Portogallo solo 3 partite, niente di che”

In una diretta Instagram con l’ex compagno della Roma Primavera, Andrea Marcucci, Mirko Antonucci ha risposto ad alcune domande riguardanti la sua esperienza in prestito al Vitoria Setubal, il rapporto con i calciatori giallorossi e il suo futuro. Queste le sue parole:

Mirko Antonucci ha parlato in una diretta Instagram con l’ex compagno Andrea Marcucci, che gli ha posto alcune domande.

Come va l’avventura in Portogallo?
“Sono arrivato qui da infortunato, ho giocato appena tre partite, niente di che. Qui si vive in modo molto più tranquillo, c’è più allegria”.

il momento più bello della carriera?
“L’esordio contro la Sampdoria”.

Ricordo più bello del settore giovanile?
“Il primo scudetto, con i giovanissimi nazionali”.

Il giocatore più forte con cui hai giocato?
“Dzeko, per tutti i gol che fa, direi lui”.

Il giocatore a cui ti ispiri?
“Perotti, il più simile a me. Poi lui mi ha aiutato tanto”.

Torni a Roma?
“L’anno prossimo si, qui è prestito secco. Poi si vedrà cosa accadrà”.

Momento più bello negli spogliatoi?
“A Roma-Barcellona, i festeggiamenti del dopo partita”

Il compagno più divertente?
“In prima squadra Zaniolo e Florenzi”.

Il tuo migliore amico nella Roma?
“Lorenzo Valeau. In prima squadra invece Zaniolo, Florenzi e Juan Jesus”.

Fonseca?
“Grande allenatore. Mi ha fatto sentire subito parte del gruppo. Mi piace il suo gioco”.

Kolarov?
“È tosto. Ti fa capire quando sbagli, l’importanza del lavoro. È molto importante per noi giovani”.

Giocatore preferito in generale?
“Neymar”

Quali giovani italiani vorresti in squadra?
“Zaniolo, Luca Pellegrini, Frattesi e Scamacca”

El Shaarawy?
“Mi sono trovato molto bene con lui, ci sentiamo ogni tanto”.

Cos’è per te la Roma?
“È un sogno da sempre, è la squadra per cui ho sempre tifato”.

Top 11 della Roma?
“Alisson, Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov, Nainggolan, De Rossi, Strootman, Totti, Dzeko, poi uno a scelta tra Salah, Zaniolo ed El Shaarawy”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News