Resta in contatto

Focus

Terza vittoria consecutiva per i giallorossi. L’analisi di Roma-Hellas con i numeri di AS Roma Data (TWEET)

La squadra di Fonseca soffre ma porta a casa un risultato importantissimo, visto anche lo stop delle dirette rivali. Terza vittoria di fila

La Roma torna a vincere ancora, per la terza volta di fila, contro un Hellas Verona ostico e determinato. La stanchezza per le gare ravvicinate inizia a farsi sentire, eppure i giallorossi sembrano aver trovato il piglio giusto, almeno sotto il punto di vista della determinazione. La squadra non è al top, come del resto nessuna di questo mini campionato (basti vedere le prestazioni di Juventus e Lazio), ma nonostante le difficoltà gli uomini di Fonseca riescono a portare a casa altri 3 punti, fondamentali per il cammino verso il consolidamento del quinto posto. Analizziamo allora la sfida di ieri sera attraverso le statistiche del profilo Twitter ASRoma Data.

Nel primo tempo la Roma soffre nonostante il vantaggio al 10′ minuto grazie al rigore messo a segno da Veretout, e al gol del raddoppio nei secondi finali firmato Dzeko. In particolare il dato del possesso palla dimostra una crisi nella gestione del gioco, con solo il 33% a favore dei giallorossi.

Nella ripresa i numeri cambiano poco, con un possesso palla tra i più bassi dell’intero campionato, merito anche del pressing della squadra di Juric. Anche la precisione dei passaggi risulta scarna, con solo il 69% di questi ultimi a segno. La Roma prova a cambiare strategia, proponendo più lanci lunghi per cercare di smuovere le acque, arrivando a totalizzarne 65 su 297 passaggi (il 22% del totale).

Da sottolineare, ancora una volta, la prestazione di Jordan Veretout: oltre al gol del momentaneo 1-0, il centrocampista francese si è messo in mostra con 3 contrasti vinti, il 74% dei passaggi a segno, 1 dribbling vinto su 3 tentati, 2 duelli aerei vinti e 50 tocchi totali.

Anche Ibanez, ormai fisso al centro della difesa a tre di Fonseca, ha portato a casa un’altra ottima prova. Il difensore ha totalizzato 8 intercettazioni, bloccato 2 tiri avversari e liberato l’area 4 volte nel corso della gara. Il brasiliano è riuscito anche a creare 2 occasioni (tra l’altro l’azione che porterà al rigore per la Roma nasce proprio da una sua giocata), 2 tackle messi a segno su 3 tentati, ed ha messo a segno il 73% dei passaggi tentati.

Ancora una volta Edin Dzeko si è dimostrato determinante per il risultato finale della gara: suo infatti il gol del raddoppio, che concede alla Roma di riprendere il secondo tempo con meno pressione. Il bosniaco si è messo in luce anche per i duelli aerei, tanti visto lo schema offensivo dei giallorossi: sono infatti 11 i duelli aerei vinti dal centravanti.

Ultimo dato da analizzare è quello relativo alle posizione dei giallorossi: in particolare in difesa si può notare la posizione distaccata di Mancini, più avanti rispetto ai suoi compagni per attaccare subito i tentativi di Zaccagni. In attacco invece cambia la posizione di Pellegrini, più in alto rispetto al normale per provare a sfruttare le sponde create da Dzeko. A centrocampo la posizione di Veretout è alta, così da chiudere il più possibile le giocate di Amrabat.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Focus