Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Virtus Roma è salva: arriva l’iscrizione al campionato. Toti: “La cessione in un mese”

Il presidente Toti continua a trattare la vendita del club con due soggetti interessati

La Virtus Roma si è iscritta al campionato di A (LBA). Un atto che il presidente Toti ha predisposto per portare a compimento la cessione del club. «Ho preso la decisione di mettere la Virtus nella condizione di iscriversi al prossimo campionato. La decisione – ha rivelato – era legata a riequilibrare i parametri necessari all’iscrizione, ulteriore impegno importante sul quale ho dovuto riflettere».

«Mi sono trovato di fronte a una decisione difficile – ha proseguito Toti – dove cuore e testa dovevano ragionare contemporaneamente. Volevo far sì che la Virtus rimanesse patrimonio del basket e della città ma anche avere delle speranze riguardo la cessione, perché non posso definirle certezze, che questa trattativa possa andare in porto nei prossimi giorni, inteso tra quindici e un mese. Stiamo lavorando su più fronti, ritengo di avere avuto interlocuzioni abbastanza importanti affinché si verifichi, ragione per cui ho fatto questo sforzo. Avrei voluto si compiesse prima dell’iscrizione, non ci sono riuscito ma oggi ho veramente una grande convinzione di poter concludere queste trattative in tempi abbastanza rapidi, spero di non sbagliarmi». Le sensazioni sono positive, ma resta ancora tutto da definire. «Non nego di avere qualche preoccupazione, quando gli accordi non sono firmati non ci sono certezze, l’eventualità che con nessuno dei potenziali acquirenti si chiuda una trattativa mi metterebbe in situazione di grossa difficoltà che per ora non voglio analizzare».

«Hanno dei progetti per Roma – ha puntualizzato – non solo per mantenere in vita la pallacanestro ma per avviare un ciclo importante. Le trattative sono due, chi più chi meno conosce già il mondo del basket. La mia permanenza in minoranza? Se chi investe volesse rilevare totalmente la società per me va bene, la mia disponibilità a dare una mano è più per facilitare l’operazione». Le sue parole a IlTempo.it.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News