Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Serie A, i risultati dell’ultima giornata e la classifica finale

Juventus campione d’Italia, in Champions insieme a Inter, Atalanta e Lazio. Roma e Napoli in Europa League, il Milan ai preliminari. Spal, Brescia e Lecce in Serie B, il Genoa si salva all’ultima. Ecco i risultati della 38^ giornata di Serie A e la classifica finale

Brescia-Sampdoria 1-1 (41′ Leris, 48′ rig. Torregrossa)
Milan-Cagliari 3-0 (10′ aut. Klavan, 55′ Ibrahimovic, 57′ Castillejo)
Atalanta-Inter 0-2 (1′ D’Ambrosio, 20′ Young)
Napoli-Lazio 2-1 (9′ Ruiz, 22′ Immobile, 54′ Insigne)
Juventus-Roma 1-3 (5′ Higuain, 23′ Kalinic, 44′ rig. Perotti, 52′ Perotti)
Spal-Fiorentina 1-3 (30′ Duncan, 39′ D’Alessandro, 89′ Kouame, 90+4′ rig. Pulgar)
Bologna-Torino 1-1 (18′ Svanberg, 66′ Zaza)
Genoa-Verona 3-0 (13′ Sanabria, 25′ Sanabria, 44′ Romero)
Lecce-Parma 3-4 (11′ aut. Lucioni, 24′ Caprari, 40′ Barak, 45′ Meccariello, 52′ Cornelius, 66′ Inglese, 68′ Lapadula)
Sassuolo-Udinese 0-1 (53′ Okaka)

1^ Juventus 83 (campione d’Italia, Champions League)
2^ Inter 82 (Champions League)
3^ Atalanta 78 (Champions League)
4^ Lazio 78 (*Champions League)
5^ Roma 70 (Europa League)
6^ Milan 66 (preliminari Europa League)
7^ Napoli 62 (vincitrice Coppa Italia e quindi in Europa League)
8^ Sassuolo 51
9^ Verona 49
10^ Fiorentina 49
11^ Parma 49
12^ Bologna 47
13^ Udinese 45
14^ Cagliari 45
15^ Sampdoria 42
16^ Torino 40
17^ Genoa 39
18^ Lecce 35 (Serie B)
19^ Brescia 25 (Serie B)
20^ Spal 20 (Serie B)

*Lazio retrocede in Europa League se: la Roma vince l’Europa League e il Napoli vince la Champions League

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News