Resta in contatto

Rassegna Stampa

Pedro già freme: “Non vedo l’ora”

Pedro si sente già giallorosso

Manca ancora l’annuncio ufficiale, ma Pedro è già un giocatore della Roma. L’attaccante spagnolo, dopo essersi liberato a parametro zero dal Chelsea, ha firmato un biennale, con opzione per il terzo anno, a tre milioni a stagione ed è pronto ad approdare nella Capitale. Dovrà fare riabilitazione alla spalla e agli inizi di settembre sarà a disposizione di Fonseca per cominciare a preparare la nuova stagione. Come detto, la società romanista non ha ancora ufficializzato il suo arrivo, ma a farlo ci ha pensato ieri la Fifa, con un tweet: “Un addio affettuoso al Chelsea da parte di un campione del mondo. Tanti pensieri positivi verso Pedro, che sta per cominciare un nuovo capitolo della sua fantastica carriera, con la Roma“.

Poche ore prima, infatti, era arrivato il saluto dell’ex Barcellona ai Blues: “Grazie mille ai dirigenti, agli allenatori e ai compagni di squadra che ho avuto, e ovviamente ai tifosi per avermi accolto nella vostra grande famiglia. Sono stato molto felice qui, mi avete fatto sentire come a casa. È stato un piacere e un onore giocare per questo club e vincere tanti trofei. Ho fatto la scelta giusta, porto con me ricordi meravigliosi e indimenticabili. Dico addio molto soddisfatto di questa fase della mia carriera, e sono anche molto entusiasta dell’inizio della prossima“. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Un grande capitano... giallorosso fino al midollo"

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "L'anima della Roma"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Barone vattene in pensioneeee! Aaa' trucido!😆"

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Grande uomo e grande calciatore, purtroppo nel calcio di amici veri c’è ne sono pochi.... e quel qualcuno che ancora vive a Trigoria non ti ha mai..."
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Rassegna Stampa