Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Roma aspetta il sì di Milik

Il polacco tiene in stand-by il mercato della Roma

Milik tiene sotto scacco la Roma. È lui l’erede designato di Dzeko. Il problema è che per dar via al domino, manca il sì del polacco. Sedotto e abbandonato: questo è lo stato d’animo del numero 9 napoletano che si sta scontrando con la volontà del presidente De Laurentiis. Nonostante abbia appena un anno di contratto e a gennaio sarebbe libero di firmare per un’altra squadra, il club azzurro continua a chiedere 40 milioni. Cifra ritenuta fuori mercato dalla Juventus, disposta a garantirne poco più (15 milioni) dell’attuale valore dell’attaccante a bilancio (10). Più facile invece trovare l’intesa con la Roma che mette sul piatto Under più un giovane a scelta.

A Trigoria avevano offerto Antonucci e Coric, il Napoli ha chiesto Riccardi, ottenendo un’apertura a parlarne. Discorsi che comunque dipendono dal sì di Milik. Che al momento non c’è. E Dzeko? Edin è in una posizione d’attesa. In caso d’addio probabilmente toccherà fare a lui il primo passo a livello mediatico. Proprio per questo motivo – e scottato con quanto accaduto nella passata stagione – per muoversi vuole che prima sia tutto definito. Ossia, che la Roma abbia il sostituto in mano e che la Juventus non si tiri indietro come accaduto 12 mesi fa con l’Inter. Lasciare Roma gli pesa. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa