Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Karsdorp, la Roma riflette

E se alla fine l’olandese rimanesse in rosa?

L’esubero che diventa risorsa. Rick Karsdorp ieri a Frosinone ha giocato la seconda amichevole da titolare, segnando il gol che ha sbloccato l’incontro. Fonseca cerca di interpretare i segnali prima di dare il via libera alla sua cessione, che soltanto pochi giorni fa sembrava scontata. Così come è avvenuto con Bruno Peres, anche l’olandese è stato considerato un peso poco utile, ma se la resurrezione del brasiliano è stata certificata in partite ufficiali, quella dell’olandese per adesso può contare solo sulla prova delle amichevoli. La Roma non ha ancora tolto dal mercato il ragazzo e a fronte di un’offerta concreta (7 milioni la valutazione) difficilmente direbbe di no alla cessione.

Intanto, però, Karsdorp è il titolare della fascia destra. La lacerazione del menisco, la rottura del legamento crociato e il guaio al bicipite femorale, insieme ad una serie di ricadute, hanno sempre condizionato il suo rendimento in giallorosso. Lecito chiedersi se sia ancora utile alla causa, a Trigoria le riflessioni sono in corso. Pareva fatta con l’Atalanta, mentre ora c’è forte l’interesse del Genoa. Fonseca ha fatto presente che c’è penuria di terzini, starà alla proprietà decidere se andarlo a cercare sul mercato o valorizzare chi fa già parte del gruppo. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa