Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, full immersion di Friedkin

Se James Pallotta nelle sue (rare) visite nella Capitale difficilmente si faceva vedere a Trigoria, Dan e Ryan Friedkin invece l’hanno scelta come vera e propria base operativa.

Il segnale di rottura rispetto a quando la squadra veniva vista come un accessorio alle vicende finanziarie è evidente. Ieri sono stati nel centro sportivo quasi ininterrottamente sei ore (dalle 10 alle 16 con una pausa a pranzo) e sono stati impegnati in alcune riunioni importanti nonostante l’assenza di Calvo e Fienga (in isolamento): loro referente è stato ZubiriaDomani Dan tornerà a casa e probabilmente tornerà per l’esordio casalingo contro la Juventus. Ryan invece con ogni probabilità rimarrà. Il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa