Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Friedkin: Raggi si fa a Tor di Valle?

Alcuni soggetti hanno proposto di ricominciare da capo in aree diverse

I Friedkin hanno incontrato per la prima volta Virginia Raggi. L’incontro è avvenuto martedì mattina, prima dell’Assemblea degli Azionisti della Roma che ha approvato la nuova composizione del CdA. In primo luogo è servito a creare una relazione e un dialogo istituzionale tra i Friedkin e il Campidoglio. In secondo luogo ad affrontare il tema dello Stadio della Roma. Lo stallo politico è evidente e determinato da un fattore: la sindaca non ha ancora la certezza del numero di voti necessario a far approvare la Convenzione Urbanistica.

L’ottimismo di Baldissoni, che ha appena lasciato, non trova riscontri nella confusa maggioranza dei 5 Stelle. La Raggi sta cercando di accelerare per andare in Aula entro fine anno. Friedkin ha chiesto quale sia il real timing visto che a nessuno dei protagonisti ha interesse nel prolungare l’attesa. Intanto diversi soggetti hanno proposto a Friedkin altre aree e ricominciare da capo, con un piano completamente nuovo. Dan ha spiegato che sarà il figlio Ryan l’interlocutore del dossier Stadio.

Le parti si sono date appuntamento alle prossime settimane quando lo scenario sarà più delineato. Friedkin è ben felice di ereditare un’opera ideata da Pallotta, già pensa di chiamare Toyota Stadium la nuova casa, ma non è disposto a tergiversare. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa