Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Perotti: “Ho provato a dare il meglio di me. Sempre Forza Magica!” (FOTO)

Perotti saluta la Roma e i suoi tifosi

Diego Perotti, attraverso il suo profilo ufficiale Instagram, ha voluto salutare i tifosi giallorossi, Roma e la Roma. Queste le sue parole: “Ci sono tante foto da mettere per spiegare quello che è significato per me Roma e la Roma, ma penso che questa è quella più significativa. Sono stati 4 anni e mezzo pieni di momenti belli e anche brutti. Ma la vita è il calcio sono così, fino all’ultimo ho provato a dare il meglio di me anche se non sempre è andata come volevo. Avrò come ricordo l’ultima partita che l’ho giocata con la fascia di capitano e facendo due gol. Vorrei ringraziare a la società, allo staff medico e tecnico, nutrizionista, magazzinieri i cuochi e i camerieri e sopratutto i miei compagni che sono dei grandi giocatori e bellissime persone. Un abbraccio e sempre FORZA MAGICA!”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ci sono tante foto da mettere per spiegare quello che è significato per me Roma e la Roma, ma penso che questa è quella più significativa. Sono stati 4 anni e mezzo pieni di momenti belli e anche bruti. Ma la vita è il calcio sono così, fino all’ultimo ho provato a dare il meglio di me anche se non sempre è andata come volevo. Avrò come consuelo che l’ultima partita l’ho giocata con la fascia di capitano e facendo due gol. Vorrei ringraziare a la società, allo staff medico e tecnico, nutrizionista, magazzinieri i cuochi e i camarieri e sopratutto i miei compagni che sono dei grandi giocatori e bellissime persone. Un abbraccio e sempre FORZA MAGICA!

Un post condiviso da Diego Perotti ? (@diegoperotti_10) in data:

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News