Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Gli svincolati di lusso: ecco chi è ancora alla ricerca di una squadra

Da Gotze a Sturridge, passando per Wilshere: tanti i nomi illustri ancora non accasati

La sessione estiva di mercato si è conclusa ieri, 5 ottobre 2020, ma le squadre potranno ancora attingere dagli svincolati. In questo senso, tra i calciatori senza contratto, ve ne sono alcuni “di lusso”, che sicuramente possono dare una mano alle squadre che hanno bisogno, magari, di coprire dei buchi.

Portieri

Due nomi su tutti tra gli estremi difensori senza contratto: spiccano Vorm e Subasic. Il primo, olandese classe ’83, 37 anni da compiere il prossimo 20 ottobre, è reduce da 6 stagioni al Tottenham, dove ha sempre ricoperto il ruolo di riserva, con sole 48 presenze. Dal 27 luglio è senza squadra.

Subasic, invece, è di un anno più giovane e ne compirà 36 il 27 ottobre. Dopo 292 presenze con la maglia del Monaco (dove è arrivato nel gennaio 2012 e col quale ha vinto un campionato francese), il croato è in cerca di una squadra.

Difensori centrali

Il primo nome nella lista svincolati, categoria “difensori centrali“, non può che essere quello di Ezequiel Garay. Argentino, classe 1986, dopo quattro anni al Valencia è rimasto senza contratto. In carriera il 34enne albiceleste ha vestito in carriera le maglie anche di Real Madrid e Benfica, oltre a contare 32 presenze con la nazionale argentina.

Kyriakos Papadopoulous ha 28 anni e, dal 1° luglio 2020, ha terminato il suo rapporto con l’Amburgo che durava da tre stagioni. Classe ’92, il difensore greco è relativamente giovane e stupisce che non abbia una squadra. Lanciato nel calcio europeo dall’Olympiacos, ha trascorso poi tutta la sua carriera in Germania: Schalke, Bayer Leverkusen, Lipsia e, appunto, Amburgo, le maglie vestite in carriera. Vanta ben 136 presenze in Bundesliga, 20 in Champions League e 17 in Europa League, che lo rendono, nonostante l’età non avanzata, un centrale di esperienza. Chiudono il cerchio 29 presenze e 4 reti con la Grecia.

Un altro profilo che potrebbe risultare interessante nella lista dei “parametri zero” è quello di Jozo Simunovic. 26 anni, è reduce da cinque stagioni trascorse in Scozia con la maglia del Celtic. Il difensore croato ha collezionato 126 presenze con i pluricampioni scozzesi, anche se ha patito diversi infortuni che lo hanno costretto spesso e volentieri a fermarsi ai box. Non ha mai esordito con la nazionale maggiore croata, fermandosi a 9 presenze con la Croazia U21.

Profilo bonus: è svincolato anche l’ex giallorosso Mapou Yanga-Mbiwa. 31 anni, è senza squadra dopo i cinque anni trascorsi al Lione, che lo acquistò proprio dalla Roma nel 2015 per poco meno di 10 milioni di euro. Eroe di un derby, il difensore, 4 presenze con la Francia, è alla ricerca di una squadra, dopo che la sessione estiva non gli ha procurato un contratto. L’ultima partita giocata, però, risale al novembre 2017, poi il Lione lo ha messo fuori squadra fino alla scadenza.

Terzini destri

Il profilo più interessante tra i terzini destri svincolati non può non essere quello di Nathaniel Clyne. Il Liverpool, che per lui spese 17,7 milioni nel 2015, non gli ha rinnovato il contratto e il 29enne inglese è in cerca di una squadra. In carriera ha vestito le maglie di Crystal Palace, Southampton e Bournemouth. Conta 185 presenze in Premier League, 14 in Europa League e 2 in Champions League, oltre a 14 gettoni con la nazionale inglese. Il classe ’91 porta dietro con sé però diversi problemi fisici: 257 giorni out per dei problemi alla schiena nel 2017-18 e la rottura del legamento crociato che lo ha tenuto fuori da luglio 2019 ad aprile 2020.

35 anni e tanta esperienza per Antonio Valencia. Il terzino classe ’85 è svincolato dopo l’ultima esperienza in patria, al LDU Quito. La carriera dell’ecuadoriano parla per sé: 325 apparizioni in Premier League (con le maglie del Wigan e del Manchester United), 45 presenze in Champions League e 11 in Europa League. Ha vinto due volte il campionato inglese, una FA Cup, due Coppe di Lega, una Europa League e un campionato ecuadoriano. Con la propria nazionale ha collezionato 98 presenze e 11 reti.

Sebastien Corchia è svincolato dal 3 ottobre 2020. L’ultima esperienza l’ha avuta con la maglia dell’Espanyol. Di proprietà del Siviglia, ha interrotto il rapporto con il club andaluso. Classe ’90, compirà 30 anni il 1° novembre, il terzino francese ha vestito le maglie, tra le altre, anche di Lille e Benfica. Nell’ultima stagione non è stato fortunato: solo 7 presenze raccolte tra Liga ed Europa League a causa di un infortunio al ginocchio che lo ha tenuto per 7 mesi ai box.

Un altro svincolato di lusso, seppur non più giovane, è Pablo Zabaleta. Terzino argentino classe ’85, è in cerca di una squadra dopo l’addio al West Ham, dove era approdato nel 2017 dopo 9 anni di permanenza al Manchester City. Usato sicuro, anche il 35enne, 58 presenze con l’Argentina, al momento è fermo in attesa di una chiamata.

Terzini sinistri

A 35 anni cerca una squadra anche Gael Clichy. Il terzino francese, che nell’ultima stagione ha vinto il primo, storico, campionato con l’Istanbul Basaksehir, non è più sotto contratto con il club turco, nel quale ha militato per tre stagioni. Prima, otto anni all’Arsenal e sei al Manchester City. Una ventata di esperienza, con 325 presenze in Premier League, 87 nella Super Lig turca, 73 in Champions League, 18 in Europa League e 20 con la nazionale francese, oltre a nove trofei in bacheca.

Nelle ultime ore si è aggiunto alla lista degli svincolati Kwadwo Asamoah. Rescisso il contratto con l’Inter, il classe 1988 sembrava destinato alla Sampdoria, ma non ha trovato l’accordo con il club di Ferrero. Tra Udinese, Juventus e nerazzurri, il 32enne (li compirà a dicembre) ha messo insieme 270 presenze in Serie A, 17 in Coppa Italia, 30 in Champions League e 16 in Europa League. Un profilo che può interessare soprattutto a chi, nel nostro campionato, abbia bisogno di un innesto di esperienza a sinistra. Nell’ultima stagione è stato però tormentato da problemi al ginocchio, che tra novembre 2019 e marzo 2020 lo hanno fermato a più riprese.

6.12.2019 Inter vs Roma (Serie A) Sport; Calcio;
Nella foto: Zaniolo Asamoah
(Foto Gino Mancini)

Tra gli svincolati anche Ivan Strinic, 33 anni, che in Serie A ha vestito le maglie di Napoli e Sampdoria, collezionando 43 presenze nel massimo campionato italiano, prima di passare al Milan dove però non è mai sceso in campo a causa di un’ipertrofia del muscolo cardiaco che lo ha costretto al riposto forzato. Nel 2019 ha rescisso il contratto con i rossoneri, ma sta bene e, ad aprile 2020, a Novi List il classe ’87 ha dichiarato: “Mi alleno quotidianamente in casa, ho un giardino con spazio a sufficienza per farlo. Ho avuto delle offerte, ma nulla che mi soddisfacesse. Così ho deciso di rimanere ancora fermo. Ora aspetto una nuova offerta. Ho ancora da dare al calcio ai massimi livelli, ma non ho fretta“. L’ultima partita giocata da Strinic, però, resta la finale del Mondiale di Russia 2018.

Centrocampisti

Il nome di lusso tra i centrocampisti è Jack Wilshere. L’inglese, che può ricoprire tutti i ruoli nella zona nevralgica del campo (mediano, mezzala, trequartista), si è svincolato dal West Ham, dove militava dal 2018. Nell’estate 2016, in uscita dall’Arsenal, è stato vicinissimo alla Roma, salvo poi scegliere il Bournemouth per rimanere in Inghilterra. Tormentato dagli infortuni, la carriera di Wilshere prometteva sicuramente meglio di quella che poi è stata. A 28 anni è alla ricerca di una nuova squadra che possa rilanciarlo.

Svincolato dopo solamente 5 mesi in Russia, al Sochi, Giannelli Imbula cerca una squadra. Il classe ’92, cinque anni fa, era considerato uno dei centrocampisti più promettenti del panorama europeo: il Porto lo prelevò dal Marsiglia nel 2015 per 20 milioni di euro e, un’estate dopo, lo ha ceduto allo Stoke City per poco più di 24 milioni. Poi si è perso ed ha girovagato in Francia (Tolosa), Spagna (Rayo Vallecano) e anche in Italia (Lecce). Con il Bel Paese il rapporto non è sbocciato: dopo 6 mesi, e sole 3 presenze, i salentini hanno interrotto il prestito e lo hanno rispedito allo Stoke, che poi lo ha ceduto a titolo gratuito al Sochi. Da luglio è svincolato, ma a soli 28 anni può rimettersi in gioco.

Trequartisti

Il nome più caldo di tutta la lista, non solo tra i trequartisti, è quello di Mario Gotze. Come annunciato, ha lasciato il Borussia Dortmund, ma, forse a causa delle elevate richieste di ingaggio, non ha trovato un nuovo club. Era stato accostato anche alla Roma dai media tedeschi. Classe ’92, Gotze ha vestito in carriera le maglie di BVB (219 presenze, 45 gol e 61 assist) e Bayern Monaco (114 presenze, 36 gol e 24 assist) e in bacheca conta tredici titoli, tra cui un Mondiale, nel quale ha segnato la rete decisiva in finale contro l’Argentina.

Hatem Ben Arfa, 33 anni, è svincolato dopo l’esperienza al Valladolid di Ronaldo. Il talento francese ha vestito tantissime maglie in carriera, forse per i suoi atteggiamenti spesso sopra le righe. Dopo essere stato svincolato dal Rennes, nel 2020 si è accasato in Liga, ma ha collezionato solo 5 presenze. Il classe ’87 è alla ricerca di un club, da vedere se riuscirà a trovare un’altra squadra disposta a puntare su di lui.

Tra i nomi illustri anche quello di Shinji Kagawa, trequartista giapponese classe 1989 che in carriera ha vestito le maglie di Borussia Dortmund, Manchester United, Besiktas e Real Saragozza. Nell’ultima stagione il 31enne ha militato nel club spagnolo, nella seconda divisione, ma il rapporto si è interrotto dopo 36 presenze, 4 gol e 2 assist. Conta 148 presenze in Bundesliga, 38 in Premier League, 33 in Champions League e 14 in Europa League: un innesto di sicura esperienza.

Anche Samir Nasri è in cerca di una squadra, dopo l’ultima esperienza all’Anderlecht con sole 9 presenze. Il francese è però attualmente infortunato e questo funge da deterrente nel caso di club interessati. Inoltre le ultime esperienze del classe ’87, West Ham e Antalyaspor, non sono andate benissimo, se si vuole usare un eufemismo, con il 33enne che ha collezionato rispettivamente 6 e 8 presenze.

Attaccanti

Da marzo è svincolato Daniel Sturridge. Per il centravanti inglese classe 1989, la prima esperienza estera, ai turchi del Trabzonspor, nonostante i 7 gol e 4 assist in 16 presenze, si è interrotta per la squalifica dovuta alle scommesse. Il background del 31enne è comunque di primo pelo: 218 presenze in Premier League (77 gol), 28 in Champions League (4 gol), 12 in Europa League (3 gol), oltre a 26 presenze e 8 reti con l’Inghilterra.

Anche Mario Mandzukic è alla ricerca di una squadra dopo la fine dell’esperienza in Qatar, con l’Al-Duhail. Dopo aver vestito le maglie di NK Zagabria, Dinamo Zagabria, Wolfsburg, Bayern Monaco e Atletico Madrid, il croato, classe ’88, nel 2015 è approdato in Serie A, alla Juventus, campionato nel quale è sceso in campo più volte: 118, con 31 reti. Per lui anche 110 presenze in Bundesliga, 60 in Champions League, 28 in Liga e 5 in Europa League. Tanta esperienza in dote all’ex bianconero, che è finito in Qatar troppo presto: vuole rimettersi in gioco in Europa.

Nella lista pure Alexandre Pato, che in Italia è stato apprezzato con la maglia del Milan. Anche la carriera del 31enne brasiliano ha disatteso le promesse, a causa dei tanti infortuni muscolari che ha patito. Ha vestito, oltre a quella rossonera, anche le maglie di Internacional, Corinthians, Sao Paulo, Chelsea, Villarreal e Tianjin Quanjian.

Presente anche Fabio Borini, ex Roma, 29 anni. Il classe ’91 è reduce dall’esperienza al Verona, che lo aveva acquistato a titolo gratuito dal Milan nel gennaio 2020. Nonostante le 14 presenze nel girone di ritorno con gli scaligeri su 19 totali, condite da 3 reti, Borini si è trovato svincolato ed ora è in cerca di una squadra. Conta 89 presenze in Serie A, con 16 reti e 2 assist.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti