Resta in contatto

Rassegna Stampa

Acquisti, cessioni, rinnovi ed esuberi: Friedkin accelera

Il club giallorosso pensa già al mercato di gennaio

Il mercato di gennaio è alle porte e si proverà a correre ai ripari per le due posizioni chieste da Fonseca. La prima riguarda il ruolo di terzino destro e il rinforzo è strettamente connesso alle partenze di Karsdorp e Peres. Al loro posto piace Omeragic che costa 4 milioni di euro. La seconda è quella dell’attaccante vista la partenza di Kluivert. Non è escluso un ritorno di fiamma per El Shaarawy.

Poi c’è il nodo rinnovi e il tempo è per Zaniolo, Pellegrini, Dzeko e Calafiori. Il più agevole riguarda il primo il cui contratto salirà fino a 3 milioni più bonus. Più complesso per il secondo per via della clausola da 30 milioni che la Roma vorrebbe cancellare. Da approfondire la situazione legata al capitano che potrebbe prolungare fino al 2023 per spalmare il suo ingaggio. La parte complicata riguarda Calafiori le cui richieste sono poco meno di un milione.

Agli arrivi sono legate le partenze e a gennaio si proverà a tagliare ancora cedendo Fazio e Jesus. Attenzione agli sviluppi su Pau Lopez che potrebbe andare via se resterà ancora in panchina. L’ultimo nodo è la rescissione di Pastore. Dopo 6 mesi dall’ultima apparizione in allenamento il club potrebbe richiedere la rescissione del contratto, ma un accordo tra le parti è la strada più praticabile. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa