Resta in contatto

Rassegna Stampa

Roma chiama Totti: Friedkin al tavolo con l’ex capitano

Nell’incontro la proprietà gli ha prospettato un futuro da bandiera, lui ha rilanciato

Quel famoso caffè finalmente se lo sono preso. Prima che Totti si chiudesse forzatamente in isolamento fiduciario per colpa del Covid-19: l’ex capitano giallorosso ha incontrato Ryan e Dan Friedkin, i nuovi proprietari della Roma.
E’ stata l’occasione per conoscersi di persona, guardarsi negli occhi e iniziare a capire come poter lavorare insieme.
I Friedkin vogliono costruire la Roma del futuro e vogliono che Totti ne faccia parte.

Un primo caffè c’era già stato, nella hall di un hotel, ancora prima dello scoppio della pandemia e dell’acquisto da parte loro della Roma. Ora il secondo, avvenuto con la regia (e nei panni di interprete) di Guido Fienga.
L’idea di coinvolgere Totti nasce dalla voglia di ridare presto un’anima e un cuore pulsante al club giallorosso.

All’ex capitano è stato offerto un ruolo di rappresentanza, Francesco ha ringraziato e rilanciato: vuole che ci sia parallelamente un ruolo operativo. Lui si vede nel ruolo di direttore tecnico, veste che aveva iniziato a ricoprire al fianco di Monchi.
Le parti si sono lasciate bene e presto si riaggiorneranno. Avere Totti nei quadri dirigenziali sarebbe uno splendido regalo di Natale. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa