Resta in contatto

Rassegna Stampa

Ai sedicesimi da evitare Benfica e Lille

A Trigoria sperano di evitare anche la Real Sociedad, il Braga e le retrocesse dalla Champions

Appuntamento lunedì a Nyon, con la speranza di evitare Benfica e Lille. La prossima tappa del percorso europeo della Roma andrà in scena alle 13 del 14 dicembre, giorno in cui si svolgeranno i sorteggi dei sedicesimi di finale di Europa League. All’estrazione parteciperanno le 24 squadre che hanno superato i gironi della stessa competizione e le otto formazioni arrivate dalla Champions League.

Nella prima urna, quella degli uomini di Fonseca, saranno presenti tutte le prime classificate della fase iniziale e le quattro teste di serie scese dalla Champions League (Manchester United, Shakthar Donetsk, Club Bruges a Ajax), le altre retrocesse saranno invece Salisburgo, Kuban Krasnodar, Dinamo Kiev e Olympiakos, che saranno raggruppate insieme alle altre seconde classificate dei gironi: Young Boys, Molde, Slavia Praga, Benfica, Granada, Real Sociedad, Sporting Braga, Lille, Maccabi Tel-Aviv, Anversa, Wolfsberger e Stella Rossa.

Le avversarie più temibili sono il Lille (seconda in Francia a sole due lunghezze dal PSG) e il Benfica, ma a Trigoria sperano di evitare anche la Real Sociedad, il Braga e le retrocesse dalla Champions. In quanto testa di serie la Roma giocherà l’andata in trasferta, con l’eventuale partita decisiva per la qualificazione agli ottavi in casa. Si legge su Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa