Resta in contatto

News

World Food Programme, la Roma annuncia il sostegno alla campagna. Friedkin: “Onorati di prenderne parte”

Tramite un comunicato la Roma ha annunciato la promozione al Programma Alimentare Mondiale, attraverso una serie di iniziative

L’AS Roma è lieta di annunciare il proprio sostegno al World Food Programme, l’agenzia mondiale impegnata nella lotta allo spreco alimentare, insignita quest’anno del Premio Nobel per la Pace. Durante il prossimo biennio il Club e i suoi calciatori promuoveranno il Programma Alimentare Mondiale attraverso una serie di iniziative che avranno come scopo quello di sensibilizzare gli studenti degli istituti scolastici al contrasto dello spreco e all’utilizzo delle eccedenze alimentari. Grazie alla collaborazione con il Banco Alimentare, l’AS Roma contribuirà poi operativamente alla raccolta e alla distribuzione del cibo in favore delle persone più indigenti.

Prima della sosta natalizia, sulla maglia giallorossa sarà apposta una patch che testimonierà l’adesione del Club al WFP.

“Tutti noi all’AS Roma siamo onorati di collaborare con il World Food Programme, vincitore del Premio Nobel per la pace grazie all’impegno profuso nell’affrontare lo spreco alimentare e combattere la fame in tutto il mondo”, ha dichiarato il presidente dell’AS Roma, Dan Friedkin. “Questo riconoscimento prestigioso per un’organizzazione con sede a Roma rappresenta un grande motivo di orgoglio per la nostra città. Nell’anno che verrà non vediamo l’ora di collaborare ai progetti condivisi e di intraprendere una serie di iniziative di successo per affrontare questo problema globale”.

Il WFP offre attualmente assistenza a più di cento milioni di persone in oltre novanta Paesi: assieme alla costante mobilitazione in favore di chi soffre la fame, l’agenzia promuove stili alimentari sostenibili.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News