Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Conferenze stampa

Fonseca: “La squadra sta bene. Zaniolo in campo è un professionista”

Il tecnico giallorosso ha presentato Roma-Sampdoria: “Abbiamo lavorato bene in questi giorni. I ragazzi sono motivati e così è più facile anche dal punto di vista fisico”

Paulo Fonseca ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Sampdoria, in programma domani alle 15:00 all’Olimpico e valida per la 15^ giornata di Serie A.

C’è sempre qualche incognita dopo una sosta, come arriva la squadra a questa partita? C’è stato anche qualche problema fisico…
“Sì, ma la squadra sta bene. Siamo ritornati motivati e la squadra si è allenata bene questi giorni. Siamo pronti per iniziare quest’anno nel modo migliore”.

Pronto ad arrivare Tiago Pinto, non avete il problema della lingua voi due. Lo ha già sentito?
“Sì, stiamo parlando normalmente. Adesso sto aspettando che arrivi per continuare a parlare”.

Raro vedere nei 5 maggiori campionati europei dei giocatori over 30 così decisivi, ma Dzeko e Quagliarella lo sono ancora: come mai?
“I giocatori non hanno età per me, questa è una prova che sono buoni professionisti. Sono due grandi giocatori e per me i giocatori non hanno età, ma rendimento e entrambi hanno un grande rendimento”.

In questi giorni si è parlato più di Zaniolo che di Dzeko o Mkhitaryan, Garcia parlava dell’importanza dell’allenamento invisibile… quanto possono incidere i comportamenti nella vita privata sul rendimento? Ha parlato con Zaniolo?
“Non entro nella vita privata dei giocatori. Quando Zaniolo è qui è un professionista”.

In pochi giorni ha perso Pedro e Calafiori per infortuni muscolari, serviva una pausa più lunga?
“Mi piacerebbe, ma dobbiamo capire che non è possibile e non abbiamo tempo per una pausa lunga. La concentrazione delle partite è molto alta, tutti dicono che è importante avere pause, ma in questo tempo non abbiamo tempo per avere pause più lunghe”.

Come ha visto Pastore in questi primi allenamenti con la squadra? Convocato già domani?
“No, Pastore non è pronto. Si è fermato per tanto tempo ed è appena tornato. Ha bisogno di un lavoro specifico per tornare, non è possibile averlo domani”.

Visto il numero di infortuni ai flessori nelle ultime settimane, ha notato un sovraccarico di fatica per la squadra? Come sta?
“No, la squadra sta bene. Abbiamo lavorato bene in questi giorni. I ragazzi sono motivati e così è più facile anche dal punto di vista fisico. La squadra sta bene fisicamente”.

Domani arbitrerà Guida, al Var contro il Sassuolo. Teme questa designazione?
“No, in generale non abbiamo avuto un buon arbitraggio contro il Sassuolo, ma ho fiducia nell’arbitro di domani”.

Nei primi allenamenti abbiamo visto un lavoro molto intenso, come avete strutturato questa settimana diversa?
“Ci siamo fermati pochi giorni, non ha influenzato molto fisicamente i giocatori. Abbiamo fatto il primo giorno un lavoro individuale per precauzione per il Covid, ci sono stati giocatori in diversi paesi e abbiamo preso questa precauzione, Solo questo”.

La Roma ha vinto con tutte le squadre nella posizione di classifica della Samp: è questa l’avversaria più difficile tra quelle di questa zona?
“E’ una delle più forti, sta facendo un grande campionato. Ranieri sta facendo un grande lavoro, è un grandissimo allenatore. Questa squadra è forte, ha fatto sempre grandi risultati contro le grandi squadre e domani mi aspetto una partita veramente difficile contro una grande squadra e un grande allenatore”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Conferenze stampa