Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Lo Spezia ricevuto da Papa Francesco: “Complimenti, ieri siete stati bravi”

Il Pontefice ha ricevuto la squadra ligure all’indomani della vittoria in Coppa Italia contro la Roma: “Mi piace vedere lo sforzo dei giovani nello sport”

All’indomani della vittoria per 2-4 in Coppa Italia ai danni della Roma, lo Spezia oggi è stato ricevuto da Papa Francesco. La squadra ligure, infatti, sarà nuovamente ospite all’Olimpico sabato alle 15 in campionato e per questo rimarrà nella capitale per 3 giorni. “Un incontro e un saluto spontanei prima di spostarsi nella Biblioteca per l’udienza generale” come riporta “Calciospezia.it“.

“Prima di tutto, complimenti! Perché ieri siete stati bravi. Complimenti!”, ha detto il Papa riferendosi al match di ieri. E poi una battuta per ricordare che “in Argentina si balla il tango” e che il tango è una musica il cui ritmo si basa sul tempo dei due quarti. E “voi oggi siete 4 a 2”, ha scherzato con i calciatori. Quindi li ha ringraziati per la loro visita e per la loro testimonianza sportiva. “A me piace vedere – ha detto Francesco – lo sforzo dei giovani e delle giovani nello sport, perché lo sport è una meraviglia. Lo sport porta su tutto il meglio che noi abbiamo dentro. Continuate con questo” perché “porta a una nobiltà grande”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario