Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Coppa Italia, ci si mettono anche i bookmakers: “Nessuno aveva scommesso sul passaggio dello Spezia”

In pochi avevano scommesso nel passaggio del turno dei liguri

A rendere se possibile ancor più amara la rocambolesca eliminazione della Roma dalla Coppa Italia ci ha pensato la SNAI. Il colosso delle scommesse ha reso infatti noto come nessuno, ma proprio nessuno, per lo meno tra i suoi clienti, avesse scommesso sul passaggio del turno dello Spezia.

E quando diciamo nessuno, giura SNAI, intendiamo proprio non una sola persona. Neanche un utente che avesse puntato sul fatto che lo Spezia (o meglio, la sua squadra B) prolungasse la propria avventura in Coppa Italia ai quarti di finale. D’altronde, neppure la mente più geniale avrebbe potuto immaginare ciò che poi è successo, tra clamorosi errori sotto porta, cartellini rossi e il grottesco finale con le sei sostituzioni.

Il mondo delle scommesse online è sempre più florido e variegato, e anzi, il business tende ad aumentare in tempi di crisi, basti pensare all’aumento del 20% nel gioco sui casino online, (a tal proposito una lista di casino con bonus senza deposito la trovi a questo collegamento https://wisecasino.net/bonus/elenco-bonus-senza-deposito), eppure nessuno aveva pensato di osare tanto.

In realtà c’è da dire che se è vero che nessuno, nella scommessa per il passaggio del turno, aveva messo lo Spezia di fronte al Napoli per quanto riguarda il tabellone del prossimo turno, va detto che il 10% degli scommettitori aveva però provato, tentato dalla super quota piazzata a 9,50, a puntare sullo Spezia vincente nei 90 minuti, mentre l’85% delle scommesse era, ovviamente, sui giallorossi vincenti al termine dei minuti regolamentari.

La scommessa sul passaggio del turno, riferisce Agipronews, che invece tiene conto anche di eventuali supplementari e rigori, è stata invece ignorata per lo Spezia (a 6,00)– chiaro il ragionamento.

Puntare sulla sorpresa al 90’ anche sì, ma pensare che la Roma possa perdere ai supplementari o ai rigori anche no.

Qualcosa si è poi smosso durante l’incontro man mano che le cose si mettevano male per i capitolini, ma anche con le giocate “live” lo scetticismo ha resistito fino all’ultimo: la squadra di Italiano è rimasta sfavorita anche dopo lo 0-2, e al termine dell’”extratime” solo il 25% delle puntate sulla qualificazione risultava puntato sugli ospiti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News