Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Dzeko-Inter, Roma-Sanchez: c’è il primo sì

Un clamoroso scambio sta per concretizzarsi

L’Inter e la Roma stanno ragionando su uno scambio che farebbe rumore, quello tra Alexis Sanchez e Edin Dzeko. L’operazione è complicata, ma a differenza di quella tra Eriksen e lo stesso attaccante bosniaco, questa non è stata bollata come “fantacalcio”.

Un segnale che, pur in mezzo a evidenti difficoltà, qualcosa potrebbe succedere prima delle ore 20 di lunedì, quando chiuderà il mercato. Ci sono divergenze economiche da risolvere, ma la soluzione potrebbe essere quella di aggiungere alla trattativa Pinamonti: l’Inter si toglierebbe un ingaggio da 2 milioni, la Romaavrebbe il centravanti di scelta. In alternativa, in giallorosso potrebbe arrivare Vecino, ma sull’ipotesi di perdere due giocatori l’Inter sta riflettendo. L’idea di intavolare una trattativa su queste basi è venuta ad Alessandro Lucci, nuovo agente dell’attaccante, che sta cercando in tutti i modi una squadra per il suo assistito, ormai ai margini del progetto di Fonseca dopo la “rottura” di dieci giorni fa post Roma-Spezia.

Il club giallorosso, che sa bene quanto può essere complicato gestire fino al termine della stagione l’ex capitano ormai ai margini del gruppo, ha dato il suo via libera ed è stata contattata l’Inter che almeno inizialmente è rimasta fredda. Perché Sanchez, a differenza di Dzeko, è considerato parte del progetto e perché non c’è la volontà di sconvolgere gli equilibri che si sono creati nello spogliatoio.

Ieri, però, a Milano c’erano tutti gli attori protagonisti di questa vicenda: dai dirigenti nerazzurri Marotta e Ausilio, passando per il direttore generale della Roma Pinto e per l’agente Edin. C’è stato un incontro tra i dirigenti delle due società, durato circa un’ora, in un albergo vicino alla Stazione. C’è la volontà reciproca di concludere l’operazione, ma persistono le difficoltà economiche per arrivare alla chiusura dell’affare. Le parti trattano sulla base del prestito fino al prossimo 30 giugno perché concludere uno scambio a titolo definitivo, complici la differenza di età, di ingaggio, di durata dei contratti e di valutazione dei cartellini, pare ancora più difficile.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa