Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Ancora difesa a tre: chance Fazio. Borja Mayoral preferito a Dzeko

Lo spagnolo torna titolare

L’alternanza continua, la fisionomia non cambia: avanti con il 3-4-2-1 e con Borja Mayoral titolare in campionato. Fonseca ha deciso la formazione da schierare contro il Benevento,conservando un piccolo dubbio tra i singoli: Fazio, che non ha giocato neanche un minuto in campionato, dovrebbe essere preferito a Juan Jesus. Il rilancio di Fazio (e/o Jesus) si è reso necessario a causa della penuria di difensori: Smalling, Kumbulla, Ibanez e l’adattato Cristante non hanno recuperato. E siccome né Fazio né Juan Jesus sono inseriti nella lista Uefa, l’occasione buona per utilizzarli è proprio la trasferta di Benevento. “Cristante non ce la fa ma può essere disponibile contro il Braga giovedì” ha detto Fonseca, constatando che il colpo della strega ha impedito al suo giocatore di affrontare la Strega.

In difesa dunque dovrebbe tornare Spinazzola, come è successo in Portogallo dopo l’uscita di Cristante e come era accaduto già in autunno a Cluj. In questo caso, spazio a Bruno Peres sulla fascia sinistra dopo i segnali incoraggianti arrivati dal giovedì di coppa. Il punto fermo è naturalmente Mancini, che dovrà guidare il reparto imbastito in fretta e furia evitando di concedere la profondità ai velocisti di Pippo Inzaghi. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa