Resta in contatto

News

Clemente (CT Spagna ’92-’98): “Spinazzola come Jordi Alba. Non mi aspettavo Mou alla Roma. Su Villar…”

Le parole dell’ex allenatore della Spagna

Intervenuto sulle frequenze di Teleradiostereo, Javier Clemente, CT della Spagna dal 1992 al 1998, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Mister, stasera c’è Italia-Spagna: chi è il favorito?
“E’ una semifinale molto difficile, non è facile rintracciare il favorito. Il percorso degli azzurri è stato pressoché perfetto, non solo per le vittorie ottenute, ma anche per il gioco propositivo espresso, in totale controtendenza rispetto al famoso catenaccio. Anche la nostra selezione sta facendo molto bene. Si ritroveranno di fronte due squadre che hanno molta qualità in attacco, credo passerà il turno chi riuscirà a difendere meglio sulle offensive degli avversari”.

Quanto perde l’Italia con l’infortunio di Spinazzola?
“L’infortunio di Spinazzola è molto grave per l’Italia, perché il terzino della Roma, non è bravo solo a difendere, ma è molto forte col pallone tra i piedi, è pericoloso in zona d’attacco. Ecco, il vostro giocatore può essere paragonato al nostro Jordi Alba per il modo di stare in campo. Sicuramente è una perdita di livello per Mancini, ma avete qualità nella rosa, non credo avrete problemi nella sua sostituzione”.

In questo Europeo la Spagna è molto giovane: Luis Enrique è stato coraggioso o bravo a non convocare nessun giocatore del Real Madrid?
“Luis ha fatto quello che doveva fare. Lui ha i suoi criteri, le sue convinzioni e ha dimostrato di essere un buon allenatore, perché non si è fatto condizionare da fattori esterni. E’ un uomo con grande carattere e io credo sia veramente bravo come tecnico”.

Sorpreso dal passaggio di Mourinho alla Roma?
“Sì, molto, non me l’aspettavo. Mourinho è un uomo con molto prestigio, ha vinto tanti titoli e non credevo tornasse in Italia un’altra volta. Josè è in grado di allenare grandi giocatori, perché è un grande allenatore”.

Ultima: Villar può consacrarsi con Mou?
“Se Gonzalo avrà una buona condizione, sicuramente il portoghese lo terrà in considerazione nella sua squadra, cercando di ottenere da lui il massimo rendimento. Solo il tempo ci dirà se Villar avrà raggiunto i suoi obiettivi”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News