Resta in contatto

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – Roma-Sassuolo 2-1: ElSha da impazzire, Mourinho fa 1000 sotto la Sud

El Shaarawy

Il Faraone regala la vittoria allo Special One

RUI PATRICIO  7,5

Se la Roma vince la gara, lo deve anche al suo portiere. Tre interventi da grandissimo portiere.

KARSDORP  6,5

Motorino costante, regista occulto e sempre al centro della manovra.

MANCINI  6

Solido, burbero e efficace. In sofferenza nel secondo tempo ma sempre lucido.

IBANEZ  6

Tosto e combattivo, un errore di impostazione nel primo tempo e tanti buoni interventi. Gli passa sotto le gambe la palla che Djuricic trasforma in gol.

VINA  5,5

48 ore fa era a Montevideo in campo con l’Uruguay, 48 ore dopo lo trovi a sfrecciare all’Olimpico. Sbaglia tanto e soffre molto Berardi nell’uno contro uno.

CRISTANTE  6,5

Senso della posizione e scelta del passaggio, senza sbavature e particolari invenzioni. Ma sblocca lui la gara con un mancino da bomber di razza.

VERETOUT  6

Rientrato dal primo ritiro nella nazionale francese della sua vita: si disimpegna bene in mezzo al campo. Mancano i suoi affondi ma tiene bene il campo.

Zaniolo

ZANIOLO 6

Deve ritrovarsi e ritrovare il suo calcio, il suo modo di stare in campo e i suoi strappi. Ancora troppo “normale” per essere lui.

PELLEGRINI  6,5

Altra prestazione di livello, che viene però macchiata da troppi errori sotto porta, dove il capitano giallorosso, mai domo, eccede di egoismo.

MKHITARYAN 5,5

Si accende quando la Roma sblocca la partita, viene sostituito nel finale di gara.

ABRAHAM  6,5

Dalla sua intuizione nasce la punizione del vantaggio, lotta e corre per tutto il campo, senza mai risparmiarsi. Avrebbe la palla del gol, attende troppo per tirare.

EL SHAARAWY  7

Entra e lo fa con il piglio giusto. Cerca la serpentina vincente e non la trova. Ma trova il suo destro a giro, quello sì vincente. Quello da tre punti. Quello che fa esplodere l’Olimpico e Mourinho.

SHOMURODOV  6

Nel finale affianca Abraham. Addomestica il pallone per il destro vincente di El Shaarawy.

CARLES PEREZ  6

Entra con il piglio giusto, cerca di aiutare la squadra a trovare la vittoria nel finale.

MOURINHO 1000

Non la miglior Roma, soprattuto nel secondo tempo. Lotta, va in vantaggio, soffre e rischia di perdere. Ma alla fine la vince perchè la sua squadra somiglia sempre di più al suo allenatore. Che stasera fa 1000 e quello non lo fanno tutti.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma