Resta in contatto

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – Roma-Udinese 1-0: la decide Abraham ma che sofferenza!

Trigoria

La Roma di Mourinho torna alla vittoria

RUI PATRICIO  6

Non è chiamato a fare parate decisive, ma nelle letture e nelle palle che gestisce dà sicurezza alla porta giallorossa.

KARSDORP  5,5

Meglio della prestazione deficitaria di Verona ma altra grande sofferenza dalle sue parti. Si riscatta in parte quando aiuta la squadra nel finale di gara.

MANCINI  6,5

Prende un colpo al volto che metterebbe ko un pugile. Rimane in campo e sale in cattedra nella ripresa, vincendo ogni duello. Guerriero.

IBANEZ  5,5

Qualche sbavatura nella gestione di alcuni palloni, soffre nel finale da terzino quando Soppy agisce dalle sue parti.

CALAFIORI  6,5

Stimolato dalle parole di Mourinho, gioca una partita ordinata, che in alcune frangenti può sembrare “timida”. Ma la discesa con assist per Abraham impreziosisce la sua prestazione.

CRISTANTE  5,5

Si fa soffiare tanti palloni, rischia di perderne uno da ultimo uomo. Una gara dove è apparso in grande sofferenza.

VERETOUT  6

Corre, si batte e lotta. Mancano i suoi strappi ma fa il suo per aiutare la squadra a portare a casa la partita. Prezioso in fase di possesso.

Zaniolo

ZANIOLO 6

Qualche buona giocata in attacco, lotta su molti palloni contro una squadra molto fisica. Ci mancano le sue intuizioni ma l’impegno e la voglia ci sono.

PELLEGRINI  6

Primo tempo importante, ripresa anonima e “macchiata” da un rosso molto discutibile che Rapuano gli rifila nel finale: ma è un rosso caro, che gli farà saltare il derby.

MKHITARYAN 6

Nel primo tempo elettrico e pimpante, cala molto nel secondo tempo.

ABRAHAM  7

Primo gol all’Olimpico in questo campionato, dopo la rete al Cska in Conference League. Ogni palla che tocca regala magie. Sta bene e si vede: tocco da 3 punti.

SMALLING 6

Entra nel finale e se la vede con Beto, cliente non facile, ma è prezioso nel gioco aereo.

EL SHAARAWY  6

Il suo ingresso regala elettricità alla Roma, prova una delle sue giocate senza fortuna ma contribuisce a tenere alcuni possessi vitali nel finale di gara.

SHOMURODOV  6

Prima palla gestita con un tacco, la seconda è di testa quando sfiora il gol. Ha voglia.

MOURINHO 6,5

I numeri gli danno ampiamente ragione: quarta vittoria in campionato, quarto posto e Verona che diventa un ricordo. Ora sotto con il derby.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma