Resta in contatto

Rassegna Stampa

Villar verso la Spagna: Gonzalo piace al Valencia

Il centrocampista si appresta al ritorno in Spagna

Ancora ignorati i quattro epurati, esclusi dalla lista dei convocati anche per la partita contro il Milan e tagliati dunque proprio come nelle gare contro il Napoli e il Cagliari. Reynolds e soprattutto Diawara, Villar e Mayoral sono ormai ai margini del progetto tecnico. Non sono fuori rosa, ma Mourinho ha deciso di puntare sui Primavera di De Rossi senior. Così ha portato 5 giovani in panchina pure per la gara contro i rossoneri: Tripi (classe 2002), Bove (2002), Darboe (2001), Zalewski (2002) e Felix (2003). I 4 che invece non sono stati presi in considerazione per tre partite di fila saranno piazzati nella sessione invernale del mercato, cioè a gennaio.

José si aspetta rinforzi, ma Pinto deve prima pensare agli esuberi, come è già accaduto durante la scorsa estate. L’operazione più complicata è quella di Diawara che già ad agosto ha rifiutato ogni possibile destinazione. Tra l’altro il suo è l’ingaggio più pesante tra i 4. Attualmente ha qualche offerta della Premier, ma ogni discorso è ancora in stand by. Più semplice salutare Mayoral, che è in prestito. L’attaccante avrebbe voluto lasciare la Roma prima dell’inizio del campionato dopo aver preso atto di essere solo la terza scelta con gli arrivi di Shomurodov e Abraham. Potrebbe andare alla Fiorentina se il club dovesse cedere Vlahovic.

Reynolds, invece, dovrebbe finire in prestito, ma più in B che in A. C’è stato un timido interessamento del Benevento. Solo Villar, però, è convinto di partire. E sabato, sui social, ha fatto capire quale può essere la sua destinazione. Una tifosa su Twitter ha scritto: “Qualcosa mi dice che Villar sta guardando la gara del Valencia contro il Villarreal”. Il centrocampista ha subito piazzato un like. E’ stato proprio il club spagnolo a lanciarlo. Ma la Roma lo prese poi dall’Elche nel gennaio 2020: il Valencia non esercitò il diritto di recompra e la società giallorossa spese 4 milioni (più bonus) per averlo. Adesso Pinto ne chiede almeno 10, possibile il prestito con diritto di riscatto. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa