Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

De Rossi: “Contento della vittoria, potevamo fare meglio a inizio ripresa”

Le parole rilasciate dal tecnico della Primavera al sito ufficiale giallorosso dopo la vittoria contro il Bologna

Alberto De Rossi ha parlato al termine di Roma-Bologna, nona giornata del campionato Primavera. La partita è stata vinta 3-1 dalla squadra giallorossa. Ecco le parole del tecnico romanista.

Vittoria da grande squadra, in una partita complicata. Ve lo aspettavate?
“Sì, ce lo aspettavamo. La squadra che affrontavamo oggi era molto particolare, sapevamo sarebbe stata difficile. Nel secondo tempo però non siamo entrati bene, abbiamo corso qualche pericolo di troppo”.

Un gol subito su palla inattiva.
“Abbiamo sbagliato soprattutto l’approccio nella ripresa. Non eravamo propositivi. A prescindere dal gol, dove sono stati bravi gli avversari. Potevamo fare meglio”.

Satriano è entrato molto bene nel match.
“Puntiamo da tre anni su Satriano. Oggi avevamo qualche defezione davanti. Ci siamo giocati la carta Cherubini, il ragazzo più giovane, ma le cose sono comunque andate bene”.

Il cammino della squadra in campionato inizia a essere indicativo, 23 punti su 27 disponibili.
“Sono un gruppo di ragazzi professionali, lo vedo durante le gare e negli allenamenti. Sanno soffrire. Oggi mi sono arrabbiato inizialmente, ma è fisiologico. Non si può avere sempre la stessa concentrazione in tutte le gare”.

La doppietta di Felix con la prima squadra?
“È stato veramente emozionante. Come quando hanno esordito gli altri ragazzi. Sono un po’ come figli nostri e io so benissimo cosa gli passa per la testa in quei momenti. Abbiamo consegnato Felix in mani sicurissime. Voglio sottolineare il coraggio del nostro allenatore. Non tutti lo sono”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera