Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Tutto esaurito per l’Inter: sesto sold out stagionale

All’Olimpico affluenza sempre alta da inizio campionato

C’era da aspettarselo, anche alla luce degli oltre 46 mila spettatori presenti domenica sera a Roma–Torino, ma ieri la società giallorossa ha comunicato attraverso i propri canali social che anche in occasione di Roma–Inter di sabato pomeriggio (ore 18) l’Olimpico sarà sold out. Con una settimana di anticipo, per i romanisti non ci sono più biglietti disponibili per la sfida di Mourinho contro il suo passato e per il ritorno, per la prima volta da avversario, di Edin Dzeko. Sono ancora disponibili circa duemila tagliandi per il settore ospiti, che ha una capienza di circa 4 mila, ma i settori riservati ai tifosi giallorossi sono esauriti. Nonostante la Roma non sia in lotta per lo scudetto, i romanisti hanno risposto sempre riempiendo l’Olimpico.

Sanno che la squadra gioca per loro e dà il massimo, per questo sono sempre presenti anche in competizioni come la Conference League“, la spiegazione di José Mourinho che, fin dal primo giorno, ha fatto affidamento sul grande sostegno dei tifosi. Quello di sabato contro l’Inter sarà il sesto sold out stagionale: finora è già successo con CSKA Sofia, Empoli e Udinese, quando la capienza era ridotta al 50%, e nei big match con Milan e Napoli. Con oltre 263 mila spettatori (tra quota abbonati e paganti), la Roma si trova al secondo posto in Italia come numero di spettatori: meglio ha fatto solamente il Milan. Lo scrive Il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa